Albertini, una finestra italiana sul Libano Albertini, una finestra italiana sul Libano
Design

Albertini, una finestra italiana sul Libano

Scritto da Redazione |

28 Luglio 2016

È notizia di questi giorni la realizzazione in Libano di una splendida villa privata con piscina. Una residenza su più livelli nel cuore del Medio Oriente, che, però, ha deciso di affidarsi alla qualità del design italiano. Sì, perché i proprietari della bellissima abitazione hanno scelto, per lo scorrevole a fronte piscina, la linea Witri’A di Albertini, azienda veronese leader nel settore della realizzazione di porte e serramenti in legno e alluminio.

 

La bellezza dei profili anta superminimalisti in legno è stata ritenuta la scelta migliore per non stravolgere le esigenze della tenuta e garantire una trasparenza e una visibilità totale verso l’esterno.

 

Witri’aA, come specifica la stessa Albertini, è il primo scorrevole in cui i profili delle ante e del telaio di contenimento sono interamente in legno. Materiale capace di garantire qualità, estetica e taglio termico naturale, grazie all’essenza lignea di pregio garantita dal Burma Teak o dal Mogano. Il top di gamma per la realizzazione di vetrate in cui l’obiettivo è massimizzare la luce architettonica senza profili a vista.

 

Lo scorrimento, caratterizzato da una fluidità e un silenzio senza precedenti, garantisce elevate capacità di portata, offrendo la possibilità al cliente di inserire vetrate isolanti pesanti e con vetri di ogni tipo: temperat, bassoemissivi o antisfondamento.

 

Un occhio rivolto anche all’innovazione e allo sviluppo. L’apertura delle vetrate può avvenire manualmente o tramite un sistema domotico (invisibile perché incassato nella struttura) con gestione computerizzata del movimento di scorrimento tramite telecomando, comando a parete o bioriconoscimento con lettore di impronte digitali.

Questo articolo parla di:

Precedente

Fabbian, l’illuminazione passa dai metalli caldi

Successivo

Vimar, By-alarm per la sicurezza della tua casa

L’hotel nomade di Ora Ito per AccorHotels
Architettura

L’hotel nomade di Ora Ito per AccorHotels

Nell’era delle grandi migrazioni anche l’hotel diventa nomade.  Si chiama Flying Nest l’ultimo visionario...

Tra cemento e tessuto, Ragno presenta TexCem
Design

Tra cemento e tessuto, Ragno presenta TexCem

La forza materica del cemento unita alla raffinatezza della trama tessile: si chiama TexCem il nuovo rivestimento Ragno che...

Lumen Museum, un nuovo spazio dedicato alla fotografia di montagna
Architettura

Lumen Museum, un nuovo spazio dedicato alla fotografia di montagna

Siete amanti di montagna e fotografia? Il nuovo Lumen Museum è il posto perfetto per voi.  Il museo, progettato...