Alki, con la collezione Kea il passato diventa contemporaneo Alki, con la collezione Kea il passato diventa contemporaneo
Design

Alki, con la collezione Kea il passato diventa contemporaneo

Scritto da Redazione |

10 Giugno 2016

Alki è il sogno di cinque amici che nel 1981 si riuniscono in piccolo villaggio rurale dei Paesi Baschi per dare vita ad un laboratorio dedicato alla produzione di mobili, capaci di coniugare tradizione e innovazione in un clima di convivialità che a partire dall’ambiente produttivo vuole trasmettersi anche alle case e ai locali degli acquirenti.

 

Grazie alla collaborazione con il duo di designer Iratzoky&Lisazo, oggi nei semplici spazi dal sapore antico di Alki nasce la collezione Kea, una linea di tavoli, panche e sedute realizzati sperimentando il connubio di ferro battuto e legno massello, in dialogo con la storia e il design da sempre tipici della produzione a marchio Alki.

 

Ogni pezzo si caratterizza per lo stile essenziale e sobrio, laddove la scarna funzionalità trova espressione in un gusto minimale che diventa tuttavia inno alla contemporaneità, secondo un approccio creativo che non teme di sfruttare l’arte manifatturiera del passato, come dimostra la scelta di avvalersi dell’operato di una fucina di Navarra con una lunga esperienza di lavorazione del ferro e dell’acciaio.

 

Da questo incontro sono nati anche prodotti che vogliono integrare le altre soluzioni d’arredo, come nel caso dei nuovi scaffali e appendiabiti, uniti dalla medesima vocazione pratica, che rende ciascun elemento adatto ad essere collocato sia all’interno di spazi pubblici sia nel cuore dell’ambiente domestico.

 

Una serie di prodotti concepiti per durare a lungo, come si faceva una volta, in un contesto di lavoro cooperativo attento alla memoria artigianale locale, affinché attingere dalla storia basca diventi il modo di plasmare le forme di domani.

Questo articolo parla di:

Precedente

Cer-Sail 2016, come saranno le aree portuali del futuro

Successivo

Matteo Thun Atelier, il nuovo marchio di oggetti design firmati Matteo Thun

WallPepper e PEIA Associati, il progetto per le Nazioni Unite
Design

WallPepper e PEIA Associati, il progetto per le Nazioni Unite

Lo studio di architettura PEIA Associati ha di recente completato il restyling della prestigiosa Sala XIX delle Nazioni Unite a...

CURA,  le unità di terapia intensiva di Carlo Ratti e Italo Rota contro il Coronavirus
Architettura

CURA, le unità di terapia intensiva di Carlo Ratti e Italo Rota contro il Coronavirus

In risposta all’attuale pandemia di coronavirus, gli architetti italiani Carlo Ratti e Italo Rota hanno progettato CURA...

Progetto Change, la svolta green di Terratinta Group
Design

Progetto Change, la svolta green di Terratinta Group

Terratinta Group è un’azienda leader sul mercato Nord Europeo nel settore delle piastrelle in grés porcellanato ed...