Design

Anche Sean Godsell a Cersaie 2017

Settembre 7, 2017

scritto da:

Anche Sean Godsell a Cersaie 2017

Ai già numerosi ospiti illustri che presenzieranno alla prossima edizione di Cersaie 2017 (a Bologna dal 25 al 29 settembre) si aggiunge anche Sean Godsell, architetto e progettista conosciuto per il suo approccio all’universo residenziale, molto legato al rapporto tra uomo e ambiente. 

Godsell terrà una conferenza martedì 26 settembre alle ore 16:00 presso la Galleria dell’Architettura, nell’ambito del programma culturale Costruire Abitare Pensare, che ogni anno porta a Cersaie i grandi nomi dell’architettura provenienti da tutto il mondo. 

Come anticipato sopra, l’architettura essenziale di Sean Godsell rende le sue realizzazioni perfettamente integrate col contesto in cui si trovano e spesso dimostra un particolare interesse per la cultura australiana e per la tradizione cinese, in cui preponderante è l’attenzione per la fluidità e l’essenzialità degli spazi

Nato a Melbourne nel 1960, dopo la laurea si trasferisce a Londra fino al 1988 lavorando per Sir Denys Lasdun, fondando poi nel 1994 la Godsell Associates Pty Ltd e ottenendo nel 1999 il titolo di Master of Architecture presso la RMIT University con una relazione dal titolo “L’adeguatezza della dimora australiana contemporanea“. 

Il suo lavoro è stato pubblicato nelle principali riviste architettoniche del mondo e nel 2002 Wallpaper lo ha elencato come uno delle dieci persone destinate a “cambiare il nostro modo di vivere”, mentre nel 2005 Time Magazine lo ha nominato nella sezione ‘Who’s Who -The New Contemporaries’ del supplemento Style and Design. 

Nel 2003 il suo lavoro a favore dei senzatetto ha ricevuto una citazione dal presidente dell’Istituto Americano degli Architetti e il suo prototipo Future Shack è stato esposto presso il museo di design del Cooper Hewitt Institute Smithsonian a New York. 

Dopo aver ricevuto numerosi i riconoscimenti locali e internazionali, nel 2012 è stato selezionato per la progettazione del nuovo padiglione australiano alla Biennale di Venezia; nel luglio 2013 è stato visiting professor allo IUAV WAVE workshop di Venezia e ha inaugurato la conferenza della Cattedra UNESCO a Mantova Architettura. 

Con un curriculum del genere, la conferenza sarà dunque ricchissima di spunti e ispirazioni: impossibile mancare.