Design

Colore e design per la casa milanese ispirata all’hôtellerie

Dicembre 30, 2016
Avatar

scritto da:

Colore e design per la casa milanese ispirata all’hôtellerie

La creatività di Fabrizio e Nelcya Cantoni, lui per metà inglese e per metà italiano, lei persiano-marocchina nata in Francia, è senza confini, proprio come loro. Dopo aver fondato cc-tapis, marchio di tappeti realizzati a mano in Nepal e disegnati nello studio milanese di Brera, si sono divertiti ad arredare la loro casa in zona Amendola, sempre a Milano.

 

I due vivono in una palazzina a tre piani con giardino, dove l’interior designer Luciano Castelfranco li ha assistiti nel riorganizzare gli spazi dell’abitazione, che ora presenta un seminterrato reinventato come zona relax, un piano terra dedicato al soggiorno e alla cucina (che assomiglia a un bar), la zona notte al primo piano.

 

Gli interni sono caratterizzati dalla scelta di colori forti e motivi geometrici alle pareti e sul pavimento, valorizzando per analogia e per contrasto gli arredi vivaci, tra libri, opere d’arte e icone design firmate, tra gli altri, da Patricia Urquiola, Jonathan Adler, Philippe Stark e Fornasetti.

 

Il leitmotiv è uno stile modellato sul mondo degli hotel, familiare alla coppia che si è conosciuta proprio frequentando l’istituto alberghiero: in particolare, i tre tavolini da bistrot arrivano dal Café Marly del Louvre mentre la carta da parati pop a stampe tropicali è un tocco personale proveniente dal Beverly Hills Hotel di Los Angeles.

 

In fondo per i proprietari l’accoglienza è da sempre un affare di famiglia.