Ethimo, la novità si chiama Clostra Ethimo, la novità si chiama Clostra
Design

Ethimo, la novità si chiama Clostra

Scritto da Redazione |

20 Aprile 2017

Si chiama Clostra, è una schermatura dotata di grande originalità e costituisce una vera e propria novità entrata a far parte della gamma di accessori delle collezioni Ethimo.

 

Progettata da Emmanuel Gallina, Clostra nasce dall’incontro tra due materiali, teak e alluminio, mentre la sua forma è ispirata alle trame e alle venature delle foglie; le doghe di teak naturale giocano su due livelli, suscitando un senso di profondità e trasparenza.

 

La base può essere inoltre completata con una fioriera per creare l’illusione di una parete verde, ideale anche per innalzare il grado di privacy; inoltre la schermatura, con i suoi tratti grafici, è disponibile in due forme e dimensioni e si presta sia all’utilizzo domestico che contract.

 

L’eleganza e la versatilità del sistema a pannelli modulari Clostra fa della nuova proposta firmata Ethimo un complemento d’arredo dal forte potenziale, utile per ripararsi o dividere spazi sia interni sia esterni, all’insegna dell’alto valore design.

Questo articolo parla di:

Precedente

Melogranoblu, la luce degli chef allo Yu Yue Lou Restaurant di Taiwan

Successivo

Kale Italia, le novità a Coverings 2017

Gio Ponti, la grande mostra al MAXXI di Roma
Architettura

Gio Ponti, la grande mostra al MAXXI di Roma

Architetto, designer, art director, scrittore, poeta, critico e artista: nel corso della sua vita, iniziata e conclusa a...

Martini, il mobile veronese verso il 2020
Design

Martini, il mobile veronese verso il 2020

Per chi fa impresa i cambiamenti della società e del mercato generano ogni giorno nuove sfide: quando queste interessano il...

 Sponge, i vasi da fiori in marmo di Moreno Ratti
Design

Sponge, i vasi da fiori in marmo di Moreno Ratti

Sponge, “spugna”, è il nome della collezione di vasi da fiori progettati dall’architetto e designer italiano Moreno...