Flaminia Ceramica a Cersaie 2017, intervista esclusiva al Presidente Augusto Ciarrocchi Flaminia Ceramica a Cersaie 2017, intervista esclusiva al Presidente Augusto Ciarrocchi
Design

Flaminia Ceramica a Cersaie 2017, intervista esclusiva al Presidente Augusto Ciarrocchi

Scritto da Redazione |

04 Ottobre 2017

Tradizione e innovazione. Fattori in opposizione? Tutt’altro. Per Flaminia Ceramica la ricetta è proprio questa: unire gli ingredienti del passato a quelli del presente per una produzione incentrata dal 1955 su sanitari di qualità, creati in collaborazione con progettisti internazionali e star del design contemporaneo. Una ricetta completamente Made in Italy, fondata sull’esperienza delle maestranze e sull’innovazione del prodotto, delle linee e della tecnologia, come ci ha raccontato Augusto Ciarrocchi, Presidente dell’azienda intercettato da noi a Cersaie 2017.

 

Quali novità portate a Cersaie quest’anno? 

“Quest’anno abbiamo due tipi di novità. Una che riguarda l’ampliamento di gamma di un vecchio progetto che risale al 2002, ovvero la Nuda. Quest’anno il progettista ha voluto fare delle versioni con misure che non avevamo, assottigliando il bordo. Poi ha fatto, nella stessa linea, una console che reputo veramente di livello e di buon gusto. La seconda novità è quella che riguarda una linea di lampade. Siamo andati a colpire un settore, quello dell’illuminazione per il bagno, di cui nel corso degli ultimi anni abbiamo fatto degli esperimenti. Sono andati a buon fine e abbiamo deciso di presentare una linea di lampade per il bagno e non solo.”

 

Avete individuato delle tendenze durante lo studio dei progetti da portare qui? 

“Le tendenze non solo di quest’anno ma delle ultime 2/3 edizioni sono soprattutto riferite all’utilizzo massiccio del colore. Nel senso delle finiture. Parliamo di colori particolari e texture che al tatto hanno delle diversità rispetto a dei colori tradizionali. Parliamo di colori mat, non lucidi, che al tatto hanno una buona valenza sensazionale.”

 

Quali obiettivi e progetti avete per il futuro? 

“Noi nel campo dell’innovazione e del prodotto siamo sempre in linea. Non abbiamo mai smesso, da 20 anni a questa parte, di dedicarci alla ricerca di nuove forme e prodotti. Continueremo su questa lunghezza d’onda. Il mercato, passando il brutto periodo della crisi, ci sta comunque dando ragione.”

Questo articolo parla di:

Precedente

Marazzi, la novità Grand Carpet a Cersaie 2017

Successivo

Wilson&Morris e Lacus: l’unione vincente a Cersaie 2017

L’hotel nomade di Ora Ito per AccorHotels
Architettura

L’hotel nomade di Ora Ito per AccorHotels

Nell’era delle grandi migrazioni anche l’hotel diventa nomade.  Si chiama Flying Nest l’ultimo visionario...

Tra cemento e tessuto, Ragno presenta TexCem
Design

Tra cemento e tessuto, Ragno presenta TexCem

La forza materica del cemento unita alla raffinatezza della trama tessile: si chiama TexCem il nuovo rivestimento Ragno che...

Lumen Museum, un nuovo spazio dedicato alla fotografia di montagna
Architettura

Lumen Museum, un nuovo spazio dedicato alla fotografia di montagna

Siete amanti di montagna e fotografia? Il nuovo Lumen Museum è il posto perfetto per voi.  Il museo, progettato...