Design

Fuorisalone, Sarpi Bridge trasloca in Via Tortona

Marzo 31, 2016
Avatar

scritto da:

Fuorisalone, Sarpi Bridge trasloca in Via Tortona

L’Estremo Oriente è sempre meno estremo. Al contrario, è dietro l’angolo, e per la precisione nel distretto del design milanese di Via Tortona, che anche quest’anno si riconferma punto nevralgico del Fuorisalone.

 

Stiamo parlando dell’Oriente Design Week Sarpi Bridge, un’iniziativa dell’associazione Fuorisalone Sarpi, che mira a creare sinergie tra Oriente e Occidente favorendo l’interazione tra culture diverse sì, ma complementari. Il progetto si configura come il compimento di un percorso di sviluppo e scambio nato alcuni anni fa nel quartiere più cinese di Milano, ossia quello che ruota intorno alla storica Via Sarpi.

 

In occasione dell’edizione 2016 del Salone del Mobile, i promotori del progetto, tra cui spiccano il collettivo torinese Tomato Catch Up e il milanese Studio Akka, hanno scelto di consolidare ulteriormente il rapporto con la Cina, al fine di aumentare le opportunità di scambio economico e artistico tra la comunità italiana e quella orientale.

 

Così, grazie alla collaborazione di Design Radio, un’emittente radiofonica specializzata nella promozione di iniziative legate al design, e del Jillion Art Collective di Shanghai, attento al mondo del design quanto a quello dell’arte contemporanea, è stato possibile dare vita ad un progetto di durata annuale che prenderà corpo negli spazi dell’Opificio 31 in Via Tortona e culminerà nella mostra “OO! CHINA”, in cui il paese del dragone si prepara a stupire l’Occidente, tra design e sperimentazione artistica, tra tradizione e futuro, per una nuova identità globale.