HOM, la collezione di arredi termici firmata Davide Vercelli HOM, la collezione di arredi termici firmata Davide Vercelli
Design

HOM, la collezione di arredi termici firmata Davide Vercelli

Scritto da Redazione |

23 Maggio 2016

Ci sono voluti ben tre anni di lavoro e di ricerche combinate, che hanno visto la collaborazione del designer Davide Vercelli con il team di sviluppo tecnologico del gruppo Rotfil e con il Dipartimento di Scienze dei Materiali del Politecnico di Torino. Alla fine, tuttavia, i risultati si sono dimostrati all’altezza delle aspettative.

 

Proprio a questa squadra di sperimentatori dobbiamo infatti la nascita di HOM, una collezione di complementi d’arredo termici pensati per scaldare e arredare allo stesso tempo, fornendo un contributo estetico e funzionale senza precedenti all’abitazione contemporanea, con particolare attenzione rivolta al settore bagno, sia pure caratterizzato da un design ultramoderno o da atmosfere vintage.

 

Grazie alle tecnologie innovative sviluppate da Rotfil, primo produttore in Italia di resistenze elettriche, è stato possibile creare una speciale piastrella riscaldante mediante l’inserimento di una particolare resistenza elettrica all’interno della piastrella durante il processo di sinterizzazione, cioè nel corso della pressatura delle polveri, un’operazione che avviene ad altissime temperature.

 

Vercelli, intuendo le straordinarie potenzialità di questo prodotto, ha poi potuto impiegare la piastrella per realizzare sei elementi di design: le mensole Basic e H Pad, lo sgabello Zig Zag, i porta-asciugamani Shield, Xilo, il radiatore costituito da una lastra in legno di cedro, e Terra, in terracotta, tutti oggetti dotati di una notevole inerzia termica, il che consente a ciascun oggetto di continuare a traferire il calore accumulato anche dopo lo spegnimento, secondo una precisa ottica di risparmio energetico.

 

L’offerta, dati il successo riscosso anche in occasione di Cersaie 2015 e i numerosi riconoscimenti ricevuti, è in fase di ampliamento, sia per quanto concerne i pezzi sia relativamente ai colori proposti. L’intento è comunque quello di mantenere inalterati sia l’estetica minimale sia l’ottimo rapporto qualità prezzo, che rende questi prodotti, a dispetto della loro eccezionale qualità innovativa, accessibili a tutti.

 

Anche in questo caso, dunque, Davide Vercelli si riconferma tra i designer più attenti all’applicazione della tecnologia nel contesto design, una figura capace di distinguersi nel pur affollatissimo panorama creativo italiano.

Questo articolo parla di:

Precedente

NU, il soffione di Davide Vercelli moltiplica il comfort sotto la doccia

Successivo

Kartell Kids, i più piccoli diventano protagonisti

WallPepper e PEIA Associati, il progetto per le Nazioni Unite
Design

WallPepper e PEIA Associati, il progetto per le Nazioni Unite

Lo studio di architettura PEIA Associati ha di recente completato il restyling della prestigiosa Sala XIX delle Nazioni Unite a...

CURA,  le unità di terapia intensiva di Carlo Ratti e Italo Rota contro il Coronavirus
Architettura

CURA, le unità di terapia intensiva di Carlo Ratti e Italo Rota contro il Coronavirus

In risposta all’attuale pandemia di coronavirus, gli architetti italiani Carlo Ratti e Italo Rota hanno progettato CURA...

Progetto Change, la svolta green di Terratinta Group
Design

Progetto Change, la svolta green di Terratinta Group

Terratinta Group è un’azienda leader sul mercato Nord Europeo nel settore delle piastrelle in grés porcellanato ed...