Design

In Grand Tour con WallPepper

Novembre 17, 2017

scritto da:

In Grand Tour con WallPepper

Si chiamava Grand Tour il viaggio che nel XVII secolo i giovani aristocratici erano soliti intraprendere allo scopo di scoprire l’Europa e completare la propria formazione. 

Oggi che quei rocamboleschi spostamenti sono stati sostituiti dai voli low cost di Ryanair, WallPepper rievoca quelle atmosfere antiche e avventurose con la sua collezione, grazie anche alla fondamentale collaborazione con Archivio Scala, riproponendo negli ambienti domestici e negli spazi pubblici la grande ricchezza degli anni d’oro della civiltà, tra ornamenti, complementi e decori appartenuti ad un nobile passato. 

La carta da parati si trasforma così in un mezzo materico e pittorico per dare profondità agli interni, riproducendo l’universo ammaliante delle sale da ballo lussuosamente decorate, delle scalinate e dei colonnati di lucido marmo, degli squarci di palazzi reali e delle luminose arcate, tra affreschi, pavimenti decorati, volte monumentali, statue e altri richiami all’architettura e all’arte. 

Nell’intenzione dei suoi ideatori, Grand Tour è una collezione nata per suscitare stupore ed emozione, senza dimenticare la qualità tecnica: i supporti WallPepper sono infatti realizzati con base in cellulosa e fibre tessili; la carta da parati è ecologica ed esente da PVC, certificata in classe B1 per la resistenza al fuoco, inodore, traspirante, anallergica e idrorepellente, conforme anche all’utilizzo in spazi comuni legati alla sanità e all’istruzione. 

Infine, si adatta a qualunque contesto, è removibile a secco, non rovina l’intonaco e si stacca facilmente. Per viaggiare con la fantasia, ma nella massima comodità e sicurezza.