Design

L&L Luce&Light, la casa di D’Annunzio s’illumina di magia

Ottobre 9, 2017

scritto da:

L&L Luce&Light, la casa di D’Annunzio s’illumina di magia

Se c’è una cosa di cui si può essere certi riguardo alla vita e al temperamento di Gabriele D’Annunzio, questa è la sua passione per le luci della ribalta, per i riflettori puntati su di sé e sulla propria opera: perciò è probabile che avrebbe apprezzato il prezioso intervento “luminoso” operato da L&L Luce&Light presso la sua storica dimora sulle rive del Lago di Garda. 

L&L Luce&Light, azienda vicentina leader internazionale nell’illuminazione per l’architettura, e in particolare nella progettazione e produzione di sistemi di illuminazione a tecnologia LED per interni ed esterni, centra infatti un altro successo nella sua storia aziendale partecipando al nuovo percorso di illuminazione esterna del complesso monumentale Il Vittoriale degli Italiani fatto erigere proprio dal Vate a Gardone Riviera. 

Il nuovo tratto di illuminazione esterna, inaugurato la scorsa estate, ha finalmente consentito al pubblico di visitare in notturna gli elementi architettonici e i percorsi pedonali all’interno del complesso monumentale dannunziano.

L’importante lavoro illuminotecnico, è concentrato per lo più sulla passeggiata che dalla Prioria, la casa-museo di d’Annunzio, arriva al MAS, Il Museo d’Annunzio Segreto, e alla Nave Puglia, suggestivo cimelio della Grande Guerra. 

L’intervento, reso possibile grazie ad un accordo tra Regione Lombardia e Fondazione Il Vittoriale degli Italiani, conferisce valore alle bellezze architettoniche, rispettando pienamente il carattere originale del complesso, grazie all’installazione di diversi apparecchi a tecnologia LED L&L, come proiettori e profili lineari. 

Tra questi, il profilo lineare Neva 1.0, con passo 60 mm e ottica ellittica 12°x40°, è stato incassato a parete, integrando l’illuminazione nei muri in pietra esistenti a lato dei camminamenti, a circa 30 cm da terra; Neva restituisce peraltro una luce radente che ha permesso di illuminare il percorso in maniera suggestiva. 

Lo stesso apparecchio in diversa versione, con passo 120 mm e ottica 45° posto alla base dell’arco, e il proiettore Pivot 1.6, hanno illuminato invece l’intradosso, sottolineando il profilo delle arcate. 

L’illuminazione di elementi architettonici significativi del percorso è stata poi affidata ai proiettori da esterno Spot 1.6 e 4.1: il primo dona risalto teatrale alla scultura di figura femminile posta in un’edicola, attraverso un gioco di “controluce” tra l’opera e lo sfondo semicircolare; il proiettore Spot 4.1, d’altro canto, illumina il viale che si fa largo tra gli ulivi, grazie ad una singolare collocazione sotto le panchine a lato del percorso, tale da generare una luce radente al suolo. 

Infine, il proiettore Siri 1.0 illumina l’ingresso monumentale al Vittoriale e l’ingresso che porta alla biglietteria, per accogliere fin dall’inizio i visitatori in un’atmosfera magica e onirica, come sarebbe piaciuto al poeta.