Maison & Object, la proposta “artistica” di WallPepper a Parigi Maison & Object, la proposta “artistica” di WallPepper a Parigi
Design

Maison & Object, la proposta “artistica” di WallPepper a Parigi

Scritto da Redazione |

22 Luglio 2016

Dal 2 al 6 settembre 2016 Parigi torna ad essere protagonista della scena internazionale, animandosi di creativi e designer pronti a presentare le loro proposte d’arredo per la casa contemporanea: la capitale francese si prepara infatti ad ospitare la fiera Maison & Object, una manifestazione imperdibile per sintonizzarsi sulle ultime tendenze dell’abitare.

 

Anche WallPepper è decisa a partecipare, presentando nuove fantasie e interpretazioni visive declinate nell’ampia gamma di carte da parati che appartengono al catalogo dell’azienda, tutte rigorosamente ecologiche, personalizzabili e realizzate su misura per esprimere al meglio la personalità di ogni tipo di ambiente, in piena sintonia con chi lo vive.

 

In particolare, Maison & Object sarà per WallPepper l’occasione di mostrare al pubblico la sua eccezionale vocazione immaginifica, espressa da due nuove collezioni speciali: Trend-Line, pensata per fare proprie le tendenze più nuove nel settore della decorazione d’interni, tra motivi grafici, impronte materiche, scenari urbani e echi provenienti dal mondo naturale; Fine-Art, una innovativa linea di carte da parati che riproducono fotografie, quadri, schizzi di celebri artisti, tra cui spiccano nomi come Boccioni, Van Gogh, Klimt.

 

Se assai nutrita è in questo caso la delegazione di star dell’arte francese (da Monet a Seurat a Rousseau, solo per citarne alcuni), in un omaggio poco velato alla città che ospita l’esposizione, è tuttavia importante sottolineare come il progetto sia nato da un interesse per l’arte e la cultura nella loro totalità, grazie anche alla collaborazione con Scala Archives, la più importante e completa raccolta di opere d’arte al mondo.

 

WallPepper si diverte perciò a esplorare tutte le infinite variazioni delle tecniche espressive, per reinterpretarle come elementi d’arredo di ambienti dall’allure fortemente personale, per una casa capace di lasciare il segno.

Questo articolo parla di:

Precedente

Novotel Madrid Center, come ricostruire la natura (con HI-MACS)

Successivo

MINA, la collezione Innesto per rubinetti in cocciopesto

SIA Hospitality Design 2019, Matrix4Design incontra Megius
Design

SIA Hospitality Design 2019, Matrix4Design incontra Megius

La vocazione alla qualità del prodotto e al benessere della persona è da sempre il tratto distintivo di Megius, marchio di...

ADI Index 2019, l’architettura in un cioccolatino
Architettura

ADI Index 2019, l’architettura in un cioccolatino

L’architettura in un cioccolatino. Sorprende e incuriosisce la scelta dell’ADI Design Index 2019 di selezionare come...

Abimis, la cucina custom-made per Peter Zec a Essen
Design

Abimis, la cucina custom-made per Peter Zec a Essen

Siamo a Essen, in Germania, una città dalla duplice anima: da un lato la grande storia dell’industria siderurgica locale...