Maison & Object, la proposta “artistica” di WallPepper a Parigi Maison & Object, la proposta “artistica” di WallPepper a Parigi
Design

Maison & Object, la proposta “artistica” di WallPepper a Parigi

Scritto da Redazione |

22 Luglio 2016

Dal 2 al 6 settembre 2016 Parigi torna ad essere protagonista della scena internazionale, animandosi di creativi e designer pronti a presentare le loro proposte d’arredo per la casa contemporanea: la capitale francese si prepara infatti ad ospitare la fiera Maison & Object, una manifestazione imperdibile per sintonizzarsi sulle ultime tendenze dell’abitare.

 

Anche WallPepper è decisa a partecipare, presentando nuove fantasie e interpretazioni visive declinate nell’ampia gamma di carte da parati che appartengono al catalogo dell’azienda, tutte rigorosamente ecologiche, personalizzabili e realizzate su misura per esprimere al meglio la personalità di ogni tipo di ambiente, in piena sintonia con chi lo vive.

 

In particolare, Maison & Object sarà per WallPepper l’occasione di mostrare al pubblico la sua eccezionale vocazione immaginifica, espressa da due nuove collezioni speciali: Trend-Line, pensata per fare proprie le tendenze più nuove nel settore della decorazione d’interni, tra motivi grafici, impronte materiche, scenari urbani e echi provenienti dal mondo naturale; Fine-Art, una innovativa linea di carte da parati che riproducono fotografie, quadri, schizzi di celebri artisti, tra cui spiccano nomi come Boccioni, Van Gogh, Klimt.

 

Se assai nutrita è in questo caso la delegazione di star dell’arte francese (da Monet a Seurat a Rousseau, solo per citarne alcuni), in un omaggio poco velato alla città che ospita l’esposizione, è tuttavia importante sottolineare come il progetto sia nato da un interesse per l’arte e la cultura nella loro totalità, grazie anche alla collaborazione con Scala Archives, la più importante e completa raccolta di opere d’arte al mondo.

 

WallPepper si diverte perciò a esplorare tutte le infinite variazioni delle tecniche espressive, per reinterpretarle come elementi d’arredo di ambienti dall’allure fortemente personale, per una casa capace di lasciare il segno.

Questo articolo parla di:

Precedente

Novotel Madrid Center, come ricostruire la natura (con HI-MACS)

Successivo

MINA, la collezione Innesto per rubinetti in cocciopesto

Gio Ponti, la grande mostra al MAXXI di Roma
Architettura

Gio Ponti, la grande mostra al MAXXI di Roma

Architetto, designer, art director, scrittore, poeta, critico e artista: nel corso della sua vita, iniziata e conclusa a...

Martini, il mobile veronese verso il 2020
Design

Martini, il mobile veronese verso il 2020

Per chi fa impresa i cambiamenti della società e del mercato generano ogni giorno nuove sfide: quando queste interessano il...

 Sponge, i vasi da fiori in marmo di Moreno Ratti
Design

Sponge, i vasi da fiori in marmo di Moreno Ratti

Sponge, “spugna”, è il nome della collezione di vasi da fiori progettati dall’architetto e designer italiano Moreno...