Matrix4Design intervista Paolo Festa di ALBED Matrix4Design intervista Paolo Festa di ALBED
Design

Matrix4Design intervista Paolo Festa di ALBED

Scritto da Redazione |

19 Dicembre 2017

Più di cinquant’anni e non sentirli. Ebbene sì perché ALBED, ormai superata la boa del mezzo secolo, non è mai stata così dinamica.

L’azienda, fondata a Nova Milanese nel 1964 e specializzata nella lavorazione dell’alluminio, firma infatti un’amplissima gamma di complementi d’arredo che spaziano dalle cabine armadio, ai tavoli, alle pareti modulari, alle librerie e ad ogni possibile tipologia di porta, impegnandosi nel gestire una filiera produttiva interamente Made in Italy, nel pieno rispetto delle norme di salvaguardia ambientale per lo sfruttamento delle materie prime. 

Un’esperienza fondata sui pilastri dell’innovazione e del design, in grado di restituire l’immagine di una casa contemporanea e funzionale, dando forma ad ambienti modellati sulle esigenze del cliente secondo un approccio sempre più tailor made.

Dell’esclusività dei prodotti Albed e delle molte novità in programma abbiamo parlato con l’art director del marchio Paolo Festa, che dal canto suo è anche fondatore dell’agenzia TIPIC. Ecco quello che ci ha raccontato.

 

ALBED è un’azienda che da più di cinquant’anni produce elementi per l’architettura in alluminio. Quali sono le potenzialità di questo materiale, anche alla luce delle moderne tecnologie? Quali sono le sue declinazioni più contemporanee?

 

  

ALBED è un’azienda 100% italiana. Che cosa sono per voi i valori del Made in Italy?

 

 

Sul piano dell’innovazione ma non solo, quali sono i prodotti ALBED su cui puntate per il prossimo futuro?

 

 

Lei ha un background molto eterogeneo, che spazia dalla grafica, alla fotografia fino al design e all’architettura. Che qualità deve avere secondo lei oggi un autentico prodotto di design? È importante che sappia riunire in sé suggestioni molteplici, integrando vari livelli di espressività?

 

  

Lei è anche il fondatore di TIPIC, una realtà molto particolare. Vuole parlarcene brevemente?

 

  

Che obiettivi si pone, a medio e lungo termine?

 

 

Questo articolo parla di:

Precedente

Luceplan presenta la nuova Amisol di Daniel Rybakken

Successivo

La nuova cucina Carattere di Scavolini

Le Morandine, arte e design si incontrano nei vasi di Sonia Pedrazzini
Design

Le Morandine, arte e design si incontrano nei vasi di Sonia Pedrazzini

Tradurre in oggetti di design l’arte iconica di Giorgio Morandi: è questa la sfida che dal 2009 impegna la designer Sonia...

Zen XL, la doccia impossibile di Megius allarga il suo orizzonte
Design

Zen XL, la doccia impossibile di Megius allarga il suo orizzonte

La tensione verso un progresso costante e lo sviluppo di nuovi accorgimenti tecnici ed estetici sono due capisaldi della...

I nuovi showroom Glory Casa di Vudafieri-Saverino Partners in Cina
Architettura

I nuovi showroom Glory Casa di Vudafieri-Saverino Partners in Cina

Glory Casa è l’azienda leader in Asia nella vendita di mobili e complementi d’arredo haute de gamme, divenuto ormai a tutti...