Design

Morelato, si amplia il volume che racconta il MAAM

Dicembre 27, 2016
Avatar

scritto da:

Morelato, si amplia il volume che racconta il MAAM

La Fondazione Aldo Morelato nasce nel 2002 dalla volontà di creare, sviluppare e promuovere una vera e propria cultura della tradizione del mobile veronese nel mondo, concentrando una serie di sforzi sinergici sia verso la valorizzazione di un’importante risorsa del patrimonio territoriale come Villa Dionisi, sede dell’organizzazione, sia verso una proficua collaborazione con l’azienda Morelato.

 

Il volume MAAM Museo delle Arti Applicate nel Mobile racconta la storia, le attività e le numerose sperimentazioni che hanno contrassegnato la nascita e la crescita della Fondazione Aldo Morelato dalla sua istituzione ad oggi, la quale si configura come un’ampia raccolta di pezzi unici, riedizioni e donazioni che segnano la storia del design e dell’architettura contemporanea.

 

La nuova edizione 2016 viene ampliata con l’inserimento delle opere che hanno ulteriormente arricchito il museo e che portano la firma di illustri archistar quali Andrea Branzi, Adolfo Natalini, Mario Botta e molti altri.

 

Il MAAM, nato dalla continua ricerca orientata alla cultura del progetto e del mobile inteso come oggetto d’arte, è infatti una preziosa collezione che racconta l’evoluzione dell’abitare moderno, ponendosi come un “museo nel museo”, allestito tra le mura di Villa Dionisi,  dove gli arredi sono ospitati e accolti nelle suggestive e affrescate sale di questa residenza settecentesca, trasformandosi in vere e proprie opere d’arte.

 

Tutti i mobili presenti nel museo sono prodotti dall’azienda Morelato, che testimonia così la propria attitudine e attenzione alla produzione storica di oggetti d’arredo e alla continua ricerca progettuale, focalizzandosi sulla promozione della cultura del mobile Made in Italy come autentico oggetto d’arte.