Puzzle, la nuova collezione di piastrelle firmata Mutina Puzzle, la nuova collezione di piastrelle firmata Mutina
Design

Puzzle, la nuova collezione di piastrelle firmata Mutina

Scritto da Redazione |

27 Maggio 2016

Un modo inedito di guardare alla ceramica. Questa la definizione che Mutina, azienda italiana con base a Modena, ama dare di sé, del proprio prodotto, della propria filosofia. Una riserva inesauribile di creatività, si direbbe, costantemente alimentata da collaborazioni preziose che vedono in campo alcuni dei più grandi designer al mondo, Patricia Urquiola, Rodolfo Dordoni, Inga Sempè, Konstantin Grcic, solo per fare alcuni nomi.

 

Nel solco di questa tradizione prestigiosa si pone anche l’ultimo progetto targato Mutina, nato dalla fantasia e dall’esperienza di Edward Barber e Jay Osgerby, che hanno creato la collezione Puzzle, una magica combinazione di piastrelle adatte ad ogni tipo di rivestimento, destinata ad ambienti interni ed esterni.

 

Geometria e colore, elementi fondamentali della collezione, intrecciano un dialogo dinamico e fresco, per dare vita a pavimenti grafici dall’aspetto mutevole, grazie alla possibilità di disporre i pezzi a proprio piacimento, in verticale, in orizzontale, sperimentando una molteplicità infinita di incastri e gradazioni, secondo un’estetica dalla personalità random.

 

Battiscopa e spazi d’interlinea diventano la cornice giocosa di veri e propri quadri multicolore, dove le linee si intersecano e si rincorrono quasi a voler tracciare percorsi immaginifici su mappe surreali, perdendosi nel labirinto di pattern sorprendenti.

 

Del resto, la geografia rappresenta una delle fonti d’ispirazione primaria della linea di ceramiche, come si evince dai nomi assegnati alle famiglie cromatiche, capaci di evocare viaggi in universi astratti e sconosciuti: la classe dei colori neutri gioca con le sonorità tipiche delle isole nordiche (Faroe, Gotland, Aland, Anglesey, Skye) mentre le tonalità calde si chiamano agli orizzonti mediterranei (Creta, Milos, Murano).

 

Per ogni categoria di colore sono inoltre disponibili sei pattern grafici in tre colori, due pattern simmetrici in due colori, denominati Edge, e infine tre proposte in tinta unita, tutte opzioni che aspettano soltanto di trovare una disposizione inedita, più o meno disordinata.

 

La collezione Puzzle diventa così un gioco in cui tutti hanno in mano la combinazione migliore, dove le regole sono quelle dell’immaginazione e a vincere è, ovviamente, la totale libertà

Questo articolo parla di:

Precedente

Radiatori ONI, la soluzione design per il bagno

Successivo

Lloyd, giochi di trasparenze per la libreria di Poltrona Frau

SIA Hospitality Design 2019, Matrix4Design incontra Megius
Design

SIA Hospitality Design 2019, Matrix4Design incontra Megius

La vocazione alla qualità del prodotto e al benessere della persona è da sempre il tratto distintivo di Megius, marchio di...

ADI Index 2019, l’architettura in un cioccolatino
Architettura

ADI Index 2019, l’architettura in un cioccolatino

L’architettura in un cioccolatino. Sorprende e incuriosisce la scelta dell’ADI Design Index 2019 di selezionare come...

Abimis, la cucina custom-made per Peter Zec a Essen
Design

Abimis, la cucina custom-made per Peter Zec a Essen

Siamo a Essen, in Germania, una città dalla duplice anima: da un lato la grande storia dell’industria siderurgica locale...