Reform Studio, dall’Egitto i nuovi arredi in “plastex” Reform Studio, dall’Egitto i nuovi arredi in “plastex”
Design

Reform Studio, dall’Egitto i nuovi arredi in “plastex”

Scritto da Redazione |

30 Agosto 2016

Reform Studio è un laboratorio di design con sede a Il Cairo, in Egitto, impegnato nel progettare oggetti dal mood sofisticato e contemporaneo partendo da materiali riciclati e pezzi di recupero, secondo una filosofia produttiva rigorosamente eco-sostenibile.

 

Al centro dei processi di progettazione elaborati dallo studio c’è “plastex”, un materiale di ultima generazione ottenuto tramite il riutilizzo di vecchie borse di plastica, dalle quali è stato tratto uno speciale filato che può essere lavorato a mano sui tradizionali telai domestici egiziani, fino a raggiungere un prodotto finale praticamente indistinguibile dai tessuti classici.

 

Resistenza e facilità di lavaggio si configurano come i tratti comuni dell’intera collezione realizzata impiegando questo inedito composto materico, all’interno della quale sono compresi sgabelli dal gusto vintage, sedie ispirate ai tipici coffee shop arabi, panche che si richiamano al minimalismo scandinavo, una vasta gamma di rivestimenti e persino divertenti cestini per la raccolta differenziata.

 

Tutti gli elementi proposti si caratterizzano inoltre per una palette cromatica multivitaminica, dalle versioni in tinta unita ai motivi zebrati, passando per i decori tartan e il rigato coloratissimo, generando infinite combinazioni, ciascuna delle quali unica nel suo genere.

 

Un progetto innovativo che dimostra come l’alto valore estetico possa accordarsi alla perfezione con il rispetto degli equilibri del pianeta, senza sprechi e con molta, molta allegria.

Questo articolo parla di:

Precedente

Il ritorno della Tube Chair

Successivo

Cersaie 2016, noi siamo pronti e voi?

L’eccellenza del bagno Made in Italy: Marco Zaminato racconta AeT
Design

L’eccellenza del bagno Made in Italy: Marco Zaminato racconta AeT

Dinamica e originale, AeT è l’azienda fondata quasi vent’anni fa a Nove, in provincia di Vicenza, cresciuta fino a...

Fibercloud, la scultura luminosa di Giuseppe Tortato accende la piazza Adriano Olivetti
Architettura

Fibercloud, la scultura luminosa di Giuseppe Tortato accende la piazza Adriano Olivetti

Cogliendo l’opportunità offerta dalla nuova apertura del quartier generale di Fastweb a Milano, l’azienda ha scelto...

Salone del Mobile.Milano, che cosa vedremo nel 2020
Design

Salone del Mobile.Milano, che cosa vedremo nel 2020

Bellezza. È questa la parola chiave da cui partire per raccontare la 59esima edizione del Salone del Mobile.Milano, in...