Salone del Mobile 2016, Milano torna capitale del design Salone del Mobile 2016, Milano torna capitale del design
Design

Salone del Mobile 2016, Milano torna capitale del design

Scritto da Redazione |

29 Marzo 2016

Una primavera di design. Il sindaco di Milano Giuliano Pisapia riassume così i mesi che ci aspettano e che, sulla scia di Expo, vedranno la città meneghina tornare protagonista nel panorama culturale internazionale. Da 12 al 17 aprile, infatti, si apriranno le porte dell’attesissimo Salone del Mobile, giunto quest’anno all’edizione numero 55, con tutta la sua spumeggiante carica d’innovazione e creatività.

Neanche a dirlo, gli spazi di Rho Fiera registrano già il tutto esaurito, con oltre 2300 espositori attesi (il 30% dei quali rappresentato da aziende straniere), 300.000 operatori in visita (il 70% dall’estero) e un giro d’affari che mira a superare quello dell’anno passato, il cui indotto si aggirava già sui 220 milioni di euro. Dunque, il Salone si dimostra ancora una straordinaria occasione di business, oltre che una vetrina mondiale imprescindibile per i grandi nomi del design e dell’arredo.

In un momento in cui il settore del mobile italiano sembra dare segni di ripresa, con un aumento delle esportazioni che, secondo dati governativi, nel 2015 avrebbe toccato il 6%, l’attenzione sarà concentrata sul futuro, con i riflettori puntati sulle idee e le tecnologie più innovative. Come ribadisce il presidente del Salone Roberto Snaidero, quest’anno più che mai le parole chiave saranno sviluppo e ricerca, in uno sforzo di progettazione destinato a rivoluzionare il modo di abitare.

Un focus particolare sarà riservato al mondo della cucina e delle stanze da bagno, con padiglioni dedicati ad EuroCucina e al Salone Internazionale del Bagno: funzionalità ed estetica saranno i punti cardine dei due comparti, laddove risulta sempre più importante per i clienti non solo la qualità degli oggetti e dei materiali (campo in cui fanno tendenza acciaio inox e pietre naturali) ma soprattutto la loro capacità d’interconnessione.

Compie 19 anni la manifestazione SaloneSatellite, che in questo 2016 affronta il tema “Nuovi materiali, nuovo design”, generando un’ulteriore occasione di confronto tra creativi e imprenditori. D’altro canto significativa sarà la presenza dei grandi brand, da Fendi a Versace, fino a Lamborghini, che interverranno con le loro proposte in fatto di lusso e lifestyle.

Ma il Salone non è solo business, tecnologia e design: è anche comunicazione. Proprio per migliorarla nasce una nuova piattaforma web (www.salonemilano.it) e si fa capillare la presenza sui social network: Facebook, Pinterest, Linkedin sono solo alcuni dei mondi virtuali coinvolti, insieme all’ultimo arrivato Instagram e all’esercito di hashtag pronti per Twitter. Una comoda app fornirà in tempo reale tutte le notizie sull’evento in modo da essere sempre aggiornati, perché “o ci sei, o ci devi essere”, come sottolinea lo slogan scelto per la campagna.

Infine, il Salone si espande e si diffonde in città con numerose iniziative: oltre al collaudatissimo e sempre sorprendente FuoriSalone, quest’anno il programma si arricchisce dell’Esposizione Internazionale “Design after Design” in Triennale e della mostra “Before Design: Classic”, con un esclusivo cortometraggio girato da Matteo Garrone.

Una relazione, quella tra Milano e il design, destinata a diventare sempre più fertile. Giusto in tempo per la primavera.

Questo articolo parla di:

Precedente

Vetro e legni pregiati: il design dell’Arese Shopping Center sarà trasparente e leggero

Successivo

STANZE, riscoprire la magia degli interni

La Metropolitana di Napoli diventa un museo
Architettura

La Metropolitana di Napoli diventa un museo

Arte d’avanguardia, architettura ipnotica, viabilità urbana: mondi diversi che si uniscono nella celebre Metropolitana...

Manital sbarca in Cina
Design

Manital sbarca in Cina

Manital, azienda italiana con forte vocazione internazionale che da 28 anni realizza maniglie di design, porta l'eccellenza...

Lo Tsinghua Art Museum di Mario Botta a Pechino
Architettura

Lo Tsinghua Art Museum di Mario Botta a Pechino

L’edificio del TAM (Tsinghua Art Museum), disegnato da Mario Botta Architetti sulla base di un progetto di concorso del...