Design

Scandola Mobili, il Made in Italy passa da qui: intervista a Elena Birtele

Novembre 9, 2017

scritto da:

Scandola Mobili, il Made in Italy passa da qui: intervista a Elena Birtele

Chi volesse dare al concetto di Made in Italy una definizione concreta, precisa ed esauriente dovrebbe prima di tutto organizzare una gita a Bosco Chiesanuova, sulle alture vicino a Verona. Qui, oltre quarant’anni fa, Carlo Scandola ha fondato un’azienda che nel tempo ha saputo porsi come vero e proprio baluardo del mobile italiano in legno, imparando a conciliare gli standard più accurati di lavorazione artigianale con una produzione di vasta scala, guardando all’innovazione e al design ma anche al territorio e all’ambiente, senza rinunciare mai alla qualità. Scandola Mobili è oggi una realtà ambiziosa, pronta a sbarcare su nuovi mercati, legata alla tradizione ma al contempo impegnata a sperimentare, tenendo sempre ben presente la centralità del cliente, al quale viene offerto un prodotto al passo con le tendenze ma mai omologato, realizzato su misura per ogni gusto e necessità. Di questa passione per la qualità e di tutte le novità in cantiere abbiamo parlato con la Responsabile Marketing Elena Birtele. Ecco cosa ci ha raccontato.

 

Cominciamo da Verona e dal territorio in cui nasce e si sviluppa la storia imprenditoriale di Scandola Mobili. Quanto è importante per voi il radicamento nella terra d’origine? Cosa significa essere un brand 100% Made in Italy?

“Per noi di Scandola il radicamento nel territorio ha un valore speciale. La nostra azienda si sviluppa a Bosco Chiesanuova, nei pressi di Verona a 1.100 metri di altezza. Una location che potrebbe avere degli svantaggi dal punto di vista logistico, ma è qui che il fondatore Carlo Scandola ha voluto stabilire la sua azienda per un motivo ben preciso: evitare che il paese si svuoti delle forze più vitali, quelle dei giovani del luogo, che altrimenti per cercare lavoro sarebbero costretti a spostarsi in pianura.

Essere un brand 100% Made in Italy è senza dubbio garanzia di alta qualità. La nostra azienda per le dimensioni è un’industria, anche se tutte le lavorazioni vengono svolte seguendo standard artigianali con un occhio attento alla cura di ogni particolare. Acquistiamo la materia prima e la trasformiamo nei nostri prodotti finiti con un processo che avviene completamente all’interno della nostra impresa: è questo il nostro asso nella manica che ci permette di realizzare arredi di qualità.”

 

La vostra attività si fonda su una sapiente lavorazione del materiale ligneo. Che cosa, secondo lei, rende il legno un materiale unico e senza tempo?

“Il legno è un materiale vivo che noi lavoriamo in modo di mantenere intatta tutta la sua naturalità. Per questo utilizziamo solo vernici all’acqua, che permettono al legno di conservare tutte le sue proprietà. Così i nostri mobili mantengono intatto tutto il profumo dei boschi anche nella case dei nostri clienti. Inoltre non scordiamoci che il legno è un materiale ecologico: è una materia prima rinnovabile che ogni anno ricresce e molte delle foreste europee sono utilizzate proprio per produrre legno per il settore manifatturiero. Lo sapeva che le foreste europee sono in continua espansione di circa 5.000 km2 ogni anno? È un dato davvero sorprendente. Se poi si pensa che il legno crescendo consuma anidride carbonica possiamo davvero dire che acquistando un mobile in legno aiutiamo il mondo a combattere l’effetto serra.

Infine, una volta che si mette in casa un mobile in legno gli effetti benefici si sentono subito. Infatti, il legno, trattato in modo naturale come quello dei nostri mobili, continua a mantenere tutte le sue proprietà: assorbe l’umidità quando è in eccesso nell’ambiente e la restituisce quando l’aria si secca. Ha inoltre spiccate proprietà antisettiche, aiutando quindi a mantenere un ambiente salutare.”

 

Per voi il rispetto della natura è importante a tutti i livelli. Come realizzate questo impegno in sintonia con la vostra produzione?

“L’attaccamento al nostro territorio ci porta ad avere un profondo amore e rispetto per la natura, che traduciamo nella produzione di un prodotto naturale al 100%. Partiamo dalla fase iniziale del nostro processo produttivo: l’acquisto del legno. Privilegiamo legno di abete proveniente da zone scandinave soggette a rimboschimento controllato, dove i lunghi e freddi inverni garantiscono la crescita di un legno di alta qualità. Gli scarti che vengono poi prodotti durante la realizzazione dei nostri arredi non vengono buttati, ma utilizzati per riscaldare il nostro stabilimento e gli uffici. Utilizziamo anche la copertura dei nostri tetti per creare energia rinnovabile: con la corrente prodotta dai pannelli fotovoltaici soddisfiamo gran parte del fabbisogno energetico della nostra azienda. L’ultima aspetto molto importante è la verniciatura. Utilizziamo solo vernici all’acqua, quindi atossiche per l’ambiente e per l’uomo, ma soprattutto per l’utilizzatore finale dei nostri mobili. Stiamo attualmente testante delle nuove vernici bio sempre a base d’acqua, prodotte utilizzando materiali rinnovabili derivanti da innovativi processi di raffinazione di sostanze vegetali di scarto non competitive con l’alimentazione umana. Se supereranno i nostri test andranno piano piano a sostituire tutte le vernici attualmente in uso per garantire un prodotto ancora più naturale.”

 

I mobili Scandola vengono concepiti tenendo in altissima considerazione le specifiche esigenze del cliente. Perché è così importante oggi l’aspetto della personalizzazione? Come riuscite a concretizzarlo?

“La personalizzazione è oggi un aspetto essenziale per ogni azienda. Gli anni passati la standardizzazione e l’omologazione erano le leggi imperanti. Ora invece la voglia di personalizzare ed esprimere anche con l’arredamento della propria casa la propria personalità è diventato un aspetto importante. E noi di Scandola aiutiamo i nostri clienti a realizzare i loro sogni. Possediamo un sistema di arredo completo per tutta la casa con una modularità ampissima. Basti pensare ad esempio agli armadi: offriamo la possibilità di avere altezza e larghezza al centimetro senza nessuna maggiorazione. E poi le finiture, ne possediamo più di 40 e diamo anche la possibilità di richiederci una tinta campione partendo da un codice RAL o NCS o da un campioncino colore del cliente. Per non parlare poi del reparto su misura: la nostra azienda dispone di tre persone impegnate a tempo pieno a realizzare i progetti più particolari. Insomma la nostra produzione è veramente una produzione sartoriale, che si adatta alle esigenze dei clienti senza però mai scordare la nostra essenza.”

 

Quali sono le novità e le caratteristiche su cui punta Scandola per il design di oggi e di domani?

“Senza dubbio un punto fermo sta nell’utilizzo esclusivo di legno di abete massello. È questo il nostro tratto distintivo ed è quello che ci accompagna nella produzione di oggi e nella produzione che verrà. Il legno viene però sapientemente lavorato grazie al know how che l’azienda ha acquisito nei suoi 41 anni di attività. L’attenzione verso il mercato è sempre molta e quindi la nostra interpretazione di un materiale classico come il legno viene resa accostando materiali che strizzano l’occhio al moderno, come ad esempio nelle cucine il top in ecocemento o la finitura cemento disponibile per le ante. È questa la nostra forza: non abbandonare mai la tradizione, che per noi sta nell’utilizzo del legno massello, ma interpretarlo e plasmarlo per renderlo un materiale attuale.”

 

Obiettivi per il futuro?

“Gli obiettivi per il futuro sono sempre molti per un’azienda come la nostra formata da persone ambiziose. Un obiettivo primario, che mi coinvolge anche personalmente, è sicuramente quello di ampliare e rafforzare la nostra rete vendita all’estero.

Per quanto riguarda altri obiettivi interni all’azienda ci sono sicuramente dei miglioramenti in termini di processo. La nostra azienda ha da diversi anni adottato una logica di produzione just in time che ci ha praticamente consentito di eliminare il magazzino. Questo a tutto vantaggio dei clienti, perché producendo tutto su commessa la possibilità di personalizzazione è aumentata notevolmente. Sono questo genere di miglioramenti che noi cerchiamo continuamente di apportare alla nostra azienda, che nonostante possa essere ancora considerata artigiana, perché molte lavorazioni particolari vengono ancora svolte da abili artigiani, offre comunque un servizio standardizzato e di livello industriale. È per lo stesso motivo che nel 2003 abbiamo ottenuto la certificazione ISO 9001.

Poi naturalmente per il futuro ci sono sempre in vista novità di prodotto, proprio per offrire ai clienti un prodotto sempre fresco e al passo con i tempi.”