Design

Sistemi RasoParete, la differenza al MAXXI di Roma

Luglio 7, 2017

scritto da:

Sistemi RasoParete, la differenza al MAXXI di Roma

L’allestimento di una mostra ha sempre qualcosa a che fare con la progettazione degli spazi. Tanto più se il tema della mostra in questione è proprio l’architettura, come nel caso de L’Italia di Zaha Hadid, che espone al MAXXI di Roma i progetti di una delle archistar più significative degli ultimi decenni. 

Calzano a pennello allora le soluzioni proposte da Sistemi RasoParete, scelte al tempo della realizzazione del museo per l’organizzazione di alcuni spazi, in virtù delle loro caratteristiche di eccellenza, tra cui la qualità delle lavorazioni e delle materie prime, ma soprattutto l’attenzione meticolosa nelle fasi di progettazione, di produzione e di montaggio/prova in azienda. 

Nel caso di questo progetto la richiesta del committente era chiara: riuscire a creare delle chiusure dove poter riporre le cose o nascondere gli impianti, che fossero sia rispettose nei confronti dell’architettura circostante, sia funzionali e sicure, facili da usare anche da manutentori e personale tecnico. 

La tecnologia Sistemi RasoParete ha dato così vita a vani su misura, con precisione millimetrica, dalle differenti forme e dimensioni, a completamento dell’opera architettonica firmata Zaha Hadid e Patrik Schumacher; accanto alle coperture dei quadri elettrici troviamo inoltre aperture più imponenti incastonate in pareti inclinate, che contribuiscono ad esaltare il fascino grafico dello spazio, senza influenzarne il minimalismo e la pulizia estetica. 

I Sistemi RasoParete sono infatti adattabili in egual misura alla muratura e al cartongesso, per cui si può decidere anche all’ultimo istante e in risposta a qualunque imprevisto dove posizionarli, indipendentemente dalla tipologia di supporto. 

Tutte le soluzioni, assemblate in azienda per verificare l’ortogonalità della struttura, la complanarità dell’anta e la fluidità dei meccanismi, vengono spedite in cantiere già montate, per velocizzarne l’installazione, in modo che, una volta consegnato all’installatore, il sistema necessita solo di essere posizionato nella parete e rifinito

I componenti, tra cui le ante e gli stipiti, infine, sono preverniciati in azienda con fondi appositi che facilitano e velocizzano la tinteggiatura in loco al fine di garantire un’ideale ancoraggio delle vernici/patine/resine e delle carte da parati, e un risultato finale perfettamente mimetizzato con il resto dello spazio. 

Qualità ed efficienza che emergono a maggior ragione nell’esposizione contemporanea dedicata a Zaha Hadid, per fare davvero la differenza.