WallPepper, il profilo della città sulla tua parete WallPepper, il profilo della città sulla tua parete
Design

WallPepper, il profilo della città sulla tua parete

Scritto da Redazione |

26 Ottobre 2016

La carta da parati come mappa delle più belle metropoli mondiali. E’ l’ultimo progetto firmato WallPepper, l’azienda specializzata in rivestimenti da parete che, nei suoi cataloghi Trend-Line e Fine-Art, ha scelto di riprodurre il tracciato urbano delle grandi capitali, esplorandone le mille sfaccettature, dall’impostazione razionalista tipica di Le Corbusier nella versione “Metallic City” fino alle prospettive sfumate della proposta “Citè Ombrèe”.

 


Per dare vita a questo album cittadino, WallPepper ha chiamato a raccolta artisti e creativi blasonati. Tra questi Maurizio Galimberti, mago dell’immagine scomposta, che ha lavorato sui monumenti reinterpretandoli in “Guggenheim” e “Arco di Trionfo” e ha pensato “Yellow Dance” come rappresentazione del traffico di New York tramite un collage di polaroid.

 

A Saverio Lombardi Vallauri è toccato invece il compito di rilanciare alcune tra le architetture più note, come la Sinagoga Cymbalista di Mario Botta in “Tel Aviv #01” e le facciate in titanio del Lou Ruvo Center firmate da Gehry in “Las Vegas #03”.

 

Downtown di Guido Scarabottolo rivisita in modo giocoso e grafico gli elementi principali del paesaggio urbano contemporaneo, tra animali e navicelle spaziali, mentre Alessandra Scandella, come Guido Crepax, si concentra sulle architetture metropolitane, trasformandole nello sfondo inevitabile per le sue indipendenti eroine.

 

Una collezione di scenari urban-pop capaci di reiventare le pareti di casa, nello spirito coraggioso e ironico che rende da sempre uniche tutte le idee WallPepper.

Questo articolo parla di:

Precedente

Ponte, il nuovo tavolo da lavoro firmato Newform

Successivo

VitrA Innovation Center, quattro anni al vertice dell’R&D Center Performance Index

alumina, l’alluminio al centro della capsule DVNE Milano
Design

alumina, l’alluminio al centro della capsule DVNE Milano

L’alluminio come materia prima su cui costruire l’essenza di una collezione per la tavola eclettica e sofisticata. È la...

Cugó Gran Macina Grand Harbour Hotel, il progetto di DAAA Haus a Malta
Architettura

Cugó Gran Macina Grand Harbour Hotel, il progetto di DAAA Haus a Malta

Nel 2017 a Malta un edificio dallo strordinario valore storico è diventato un lussuoso boutique hotel grazie al progetto...

Hook, lo smart working diventa pop
Design

Hook, lo smart working diventa pop

Nell’età dello smart working la presenza di un angolo studio in casa è un’esigenza sempre più sentita: per questa...