Kym’s, a Londra si cena all’ombra del ciliegio Kym’s, a Londra si cena all’ombra del ciliegio
Architettura

Kym’s, a Londra si cena all’ombra del ciliegio

Scritto da Redazione |

15 Novembre 2018

Il fascino millenario della cultura cinese trova a Londra il suo nuovo tempio. Nel centro della capitale britannica sorge infatti il Kym’s, il nuovo ristorante dello chef stellato Andrew Wong che ha voluto al centro del suo locale uno stupefacente albero di ciliegio, celebrato in Cina come simbolo di armonia e bellezza.

Desiderio esaudito dallo studio di architettura Michaelis Boyd, che ha fatto realizzare l’albero da esperti artigiani e lo ha reso il cuore di un ambiente suggestivo e scenografico, a partire dall’imponente scala di quercia che collega i due piani del ristorante. 

Per quanto riguarda gli interni, la scelta è ricaduta su arredi in legno scuro, tra cui spiccano poltrone di velluto e sgabelli in paglia di Vienna per ricreare un’atmosfera elegante con aspirazioni decadenti. 

Il dettaglio imprescindibile? La cucina a vista, per assaporare anche con gli occhi la preparazione di ogni pietanza.

Questo articolo parla di:

Precedente

The Box, un nuovo hotel concept a Riccione

Successivo

Comfort Town, case colorate e servizi per il nuovo quartiere “cartoon” di Kiev

I cuscini in plexiglass patchwork di Colin Roberts
Design

I cuscini in plexiglass patchwork di Colin Roberts

Morbidezza psichedelica. È una strana sensazione quella evocata dagli originali cuscini in perspex (o plexiglass...

Office Pavilions di Kettal per un nuovo concetto di ufficio
Architettura

Office Pavilions di Kettal per un nuovo concetto di ufficio

All’ultima edizione di Orgatec il brand Kettal ha proposto un progetto in grado di delineare un nuovo concetto degli spazi di...

Il nuovo ristorante di Michele De Lucchi alle Gallerie d’Italia a Milano
Architettura

Il nuovo ristorante di Michele De Lucchi alle Gallerie d’Italia a Milano

Un nuovo spazio versatile e polifunzionale situato nel cuore di Milano, in Piazza della Scala, all’interno del museo...