L’hotel nomade di Ora Ito per AccorHotels L’hotel nomade di Ora Ito per AccorHotels
Architettura

L’hotel nomade di Ora Ito per AccorHotels

Scritto da Redazione |

15 Gennaio 2019

Nell’era delle grandi migrazioni anche l’hotel diventa nomade. 

Si chiama Flying Nest l’ultimo visionario progetto dell’architetto francese Ora Ito, che ha creato un vero e proprio hotel temporaneo per la catena alberghiera AccorHotels: installabile in meno di 24 ore, esso si compone di sei moduli simili in tutto e per tutto a container prefabbricati, sviluppati su 12 metri quadrati. 

Ogni modulo è dotato di zona giorno, bagno e ampia finestra con vista panoramica mentre il design d’interni si distingue per i toni caldi del legno e la prevalenza di materiali sostenibili, che evocano scenari da chalet di montagna. 

I moduli sono facilissimi da trasportare, autosufficienti e una volta installati vengono collegati tra loro tramite passerelle e terrazze, fornendo agli ospiti un’esperienza di totale immersione nell’ambiente che li circonda, qualsiasi esso sia.

Questo articolo parla di:

Precedente

Lumen Museum, un nuovo spazio dedicato alla fotografia di montagna

Successivo

Claudio Pironi disegna il nuovo Wynn Store di Philipp Plein a Las Vegas

NO.MADE, la micro-casa per location scenografiche
Architettura

NO.MADE, la micro-casa per location scenografiche

Luxury Mobile Home, un nuovo concept per l’abitare nomade. Presentato recentemente alla Milano Design Week, NO.MADE è il...

DVO, il design dell’ufficio ha un nuovo stile
Design

DVO, il design dell’ufficio ha un nuovo stile

Una soluzione funzionale e versatile per l’ufficio. Al Salone del Mobile 2019 DVO ha presentato DV504-Milo, progettato da...

Maledetto Design, un libro racconta storia e contraddizioni delle grandi icone
Design

Maledetto Design, un libro racconta storia e contraddizioni delle grandi icone

Che cosa significa “design”? Che cosa distingue ciò che viene definito “design” da ciò che non lo è? A quali oggetti...