Milano Design Week, una mostra per la Smart City Milano Design Week, una mostra per la Smart City
Architettura

Milano Design Week, una mostra per la Smart City

Scritto da Redazione |

15 Marzo 2018

Anche il tema della Smart City sarà tra i protagonisti della prossima Milano Design Week: “Smart City: Materials, Technologies & People” è infatti il titolo della mostra-evento dedicata alla riflessione sulla città del futuro.

Ideata e organizzata da Material ConneXion Italia, curata dall’architetto Giulio Ceppi e patrocinata dal Comune di Milano, la mostra intende stimolare idee e dibattiti sul tema della Smart City - il modello di città intelligente di cui tanto si parla -  assumendo un nuovo punto di vista: questa volta, infatti, si ragiona proprio a partire dai suoi abitanti o “smart citizens”, i cittadini attivi di domani, motori di cambiamento nelle città del futuro per affrontare le sfide dettate dalle trasformazioni globali in atto. 

 In scena negli spazi di Superstudio Più, la mostra-evento giunge alla sua seconda edizione e inaugurerà al pubblico il 17 aprile, in occasione dell’inizio della Design Week, rimanendo aperta fino al 12 maggio 2018 per abbracciare anche la Milano Food Week, grazie alla partnership con Seeds&Chips – The Global Food Innovation Summit, il primo salone internazionale dedicato ad aziende e startup digitali che operano nel settore della food innovation.

Sempre in tema d’innovazione, ci sarà anche la presenza di un nome prestigioso come il MIT Media Lab, il laboratorio di ricerca interdisciplinare del Massachusetts Institute of Technology di Boston, per presentare in anteprima un nuovo progetto di ricerca dedicato alla realizzazione di un tessuto performante.

Per questa seconda edizione, il concept della mostra “Smart City: Materials, Technologies & People” si è sviluppato partendo dall’analisi delle sfide globali che accomunano tutti noi in quanto abitanti dello stesso Pianeta: dall’esigenza di nuovi approcci per preservare l’ecosistema a temi rivoluzionari come il crowdfunding, la sharing economy e la stampa 3D; dalla sicurezza e protezione di dati e persone alla necessità di sfamare la popolazione e riprogettare la relazione città-campagna, fino alla gestione del progressivo aumento dell’età media mondiale e di un welfare sostenibile.

La mostra diventa così un punto di riferimento per riflettere a 360° su come vivremo nel futuro in quanto cittadini che non rispondono solo a input esterni, ma diventano protagonisti del processo di raccolta e condivisione dei dati.

Camminando tra i vari moduli espostivi il pubblico scoprirà soluzioni materiali e tecnologiche d’avanguardia nei diversi ambiti che caratterizzano le Smart Cities ed entro cui avvengono i cambiamenti più significativi.

La mostra è stata perciò suddivisa in sei aree tematiche: Advanced Building and Infrastructures, che espone materiali edili avanzati per infrastrutture, involucri e interni oltre a prodotti per costruire, ristrutturare e migliorare gli edifici e l’abitare, dall’acustica all’illuminazione; Connected City, area che propone soluzioni per lo scambio di informazioni, la raccolta e gestione dei dati e il nuovo stile di vita interconnesso; Smart living, Smart People, che raccoglie idee per migliorare la qualità degli oggetti che ci circondano in ambiti come la casa, l’ufficio e gli spazi outdoor; Sustainable and Circular City che si concentra su tecnologie che lavorano sulla riduzione dei consumi, la gestione di rifiuti e di risorse in un’ottica di circolarità; Integrated Mobility che si focalizza sui materiali a supporto della nuova mobilità, dal car/bike sharing alla rinascita del trasporto pubblico e, infine, Food Policies and Urban Agriculture, che analizza soluzioni per un approccio più sostenibile all’alimentazione e per l’integrazione di spazi verdi nelle città.

Infine, in parallelo a “Smart City: Materials, Technologies & People” e lungo tutta la sua durata, una serie di incontri, workshop, conferenze ed eventi ci aiuteranno a immaginare la città di domani.

Questo articolo parla di:

Precedente

Espaço, il progetto di Piuarch per Expo Revestir a San Paolo

Successivo

Balkrishna Doshi vince il Pritzker Prize 2018

Gio Ponti, la grande mostra al MAXXI di Roma
Architettura

Gio Ponti, la grande mostra al MAXXI di Roma

Architetto, designer, art director, scrittore, poeta, critico e artista: nel corso della sua vita, iniziata e conclusa a...

Martini, il mobile veronese verso il 2020
Design

Martini, il mobile veronese verso il 2020

Per chi fa impresa i cambiamenti della società e del mercato generano ogni giorno nuove sfide: quando queste interessano il...

 Sponge, i vasi da fiori in marmo di Moreno Ratti
Design

Sponge, i vasi da fiori in marmo di Moreno Ratti

Sponge, “spugna”, è il nome della collezione di vasi da fiori progettati dall’architetto e designer italiano Moreno...