NO.MADE, la micro-casa per location scenografiche NO.MADE, la micro-casa per location scenografiche
Architettura

NO.MADE, la micro-casa per location scenografiche

Scritto da Redazione |

24 Aprile 2019

Luxury Mobile Home, un nuovo concept per l’abitare nomade.

Presentato recentemente alla Milano Design Week, NO.MADE è il progetto di architettura innovativa disegnato dal visionario architetto Michele Perlini: una micro-abitazione, uno spazio domestico itinerante immaginato come un buen retiro per location scenografiche, una casa galleggiante o un luogo speciale per spazi urbani. 

Il modulo prefabbricato è progettato per soddisfare le più strette esigenze di sostenibilità e consiste in una cellula minimale di dimensioni ridotte (3 x 9 metri) per permetterne un facile trasporto e montaggio, definita da una cornice strutturale in acciaio corten e da una grande facciata panoramica in alluminio in cui elementi fissi ed apribili si integrano senza alcuna interruzione di continuità, un dispositivo “tutto vetro” per immergersi nel paesaggio circostante.

L’affaccio vetrato, realizzato con profili in alluminio ad elevato isolamento, permette di riscaldare naturalmente l'ambiente durante l’inverno, mentre nei mesi estivi i frangisole automatizzati provvedono a proteggere la casa dal caldo eccessivo, garantendo un’alta efficienza energetica.

 Lo spazio interno è concepito come un open space, dove si succedono zona giorno, zona notte e un bagno, che possono essere separabili da pannelli scorrevoli in legno; rende uniforme ed omogeneo l’ambiente il rivestimento a parete color avana.

Inoltre, gli arredi di NO.MADE sono disegnati su misura dall’architetto e concepiti come parte integrante del progetto, grazie alla scelta di materiali naturali per il divano e il letto, con strutture in legno massello di noce americano e rivestimenti in tessuti naturali, seta, cotone - da integrare con accessori in plexiglass riciclato o corten pensati per il massimo comfort (porta riviste, vassoio, porta tablet, luce a led di lettura e porta sigari).

L’ambiente bagno presenta poi un lavabo freestanding, la doccia con cromoterapia permette di godere di viste panoramiche attraverso la vetrata a tutta parete e infine è presente una piccola cucina con tavolino annesso per pasti veloci; anche il progetto illuminotecnico, con faretti e tagli di luce nel soffitto, è studiato per creare un’atmosfera soft, morbida, avvolgente.

NO.MADE diventa così un luogo piccolo e raccolto dove sentirsi fuori dalla quotidianità e contemporaneamente dentro il contesto circostante, naturale o urbano che sia.

Questo articolo parla di:

Precedente

Il nuovo allestimento della Sala del Cartone di Raffaello firmato Stefano Boeri Architetti

Successivo

La nuova Dallara Academy di Atelier(s) Alfonso Femia

Domingo Salotti, alla scoperta del comfort Made In Italy
Design

Domingo Salotti, alla scoperta del comfort Made In Italy

Una storia tutta italiana di qualità artigianale e slancio innovativo è quella che dagli anni ’70 racconta la vicenda di...

In cibum, il progetto “umanista” della Scuola Gastronomica a Salerno
Architettura

In cibum, il progetto “umanista” della Scuola Gastronomica a Salerno

In Cibum – Scuola di Alta Formazione Gastronomica è il progetto nato a Pontecagnano, in provincia di Salerno, per iniziativa...

Abimis, la cucina Atelier nel cuore di un palazzo a Vicenza
Design

Abimis, la cucina Atelier nel cuore di un palazzo a Vicenza

Situato all’ultimo piano di un palazzo storico di fine Ottocento a Vicenza, un elegante appartamento, ampio e luminoso...