Pierattelli Architetture, il contract sartoriale protagonista a Cersaie Pierattelli Architetture, il contract sartoriale protagonista a Cersaie
Architettura

Pierattelli Architetture, il contract sartoriale protagonista a Cersaie

Scritto da Redazione |

10 Settembre 2019

“Progetta sempre una cosa considerandola nel suo più grande contesto, una sedia in una stanza, una stanza in una casa, una casa nell'ambiente, l'ambiente nel progetto di una città.”

Questa famosa frase, tradizionalmente attribuita all’architetto finlandese Eliel Saarinen, potrebbe essere l’introduzione perfetta allo stile e alla filosofia progettuale che da quarant’anni contraddistinguono il lavoro dello studio di architettura Pierattelli Architetture, fondato da Massimo Pierattelli negli anni ’80 a Firenze e cresciuto fino a comprendere oggi un team di 20 professionisti guidati dal fondatore e dai figli Andrea e Claudio.

A partire da una consolidata esperienza nella progettazione di headquarters aziendali e sedi bancarie, l’attività dello studio si è infatti ampliata nel corso degli anni arrivando a coinvolgere i settori hospitality e residenziale fino al mondo del product design, applicando ad ogni progetto, pur nel rispetto della sua specificità, gli stessi principi di sartorialità e cura del contesto.

Gli interventi firmati Pierattelli sono infatti un’equilibrata combinazione di estetica e funzionalità, dove l’innovazione eclettica trova la sua massima espressione nella relazione con l’esistente, sempre oggetto di una riqualificazione attenta laddove occorre, nel pieno rispetto dei vincoli storici e architettonici propri del sito d’interesse.

Testimonianza piena di questo ricercato modus operandi sono i numerosi progetti curati nel tempo dallo studio: dalla sede Arval a Scandicci (Firenze) al Learning Center, Auditorium e Turbine Building per GE Oil & Gas di Firenze, passando per il centro direzionale Kortimed a Valencia, l’UnipolSai Villa Cicogna e Learning Center a Bologna, fino ai luxury apartment hotel Domux Home, Number 9 e M7Contemporary Apartments a Firenze per arrivare alla residenza Villa Solaia a Siena.

In ciascuno di questi casi emerge come ogni architettura sia pensata dai progettisti come un autentico gesto sartoriale, modellato intorno al cliente e allo spazio nel quale si colloca: ne derivano costruzioni integrate, pensate per instaurare un rapporto profondo con l’uomo e l’ambiente e capaci di reinterpretare il passato per immaginare il futuro, plasmando la contemporaneità.

In occasione di Cersaie 2019 Matrix4Design invita l’architetto Andrea Pierattelli a partecipare al talk Il nuovo orizzonte del contract design. Una conversazione sul futuro di un settore in rapida espansione, dove le aziende e i progettisti italiana possono essere protagonisti. L’appuntamento è fissato per martedì 24 settembre alle ore 14.00 presso il padiglione 30 della Fiera di Bologna, nel contesto della mostra Famous Bathrooms. Non mancate!

 

Questo articolo parla di:

Precedente

Quando la chiesa diventa un teatro, storia di una trasformazione

Successivo

Naturally, natura e comfort per il nuovo progetto di Flussocreativo Design Studio

Design e Pop Art, Adrenalina è protagonista all’Hotel nhow Milano
Design

Design e Pop Art, Adrenalina è protagonista all’Hotel nhow Milano

Ha inaugurato lo scorso 15 novembre a Milano presso l’Hotel nhow la mostra “OH MY POOP”, la collettiva di arte e design che...

Casa Nili, Zupelli trasforma una casa a Brescia
Architettura

Casa Nili, Zupelli trasforma una casa a Brescia

Immersa nel territorio bresciano, Casa Nili è il nome del progetto curato dallo studio Zupelli Design Architettura...

LinkNow, il primo coworking all’interno di un centro commerciale
Architettura

LinkNow, il primo coworking all’interno di un centro commerciale

Un coworking all’interno di un centro commerciale: utopia? No, una realtà concretizzatasi di recente nel progetto...