Sobremesa, il nuovo ristorante di studio didea a Palermo Sobremesa, il nuovo ristorante di studio didea a Palermo
Architettura

Sobremesa, il nuovo ristorante di studio didea a Palermo

Scritto da Redazione |

19 Luglio 2019

Ottimo cibo e ottimo design. La formula è perfetta per Sobremesa, il nuovo ristorante situato all’interno di un antico palazzo del Diciottesimo secolo nella città di Palermo: studio didea ha riprogettato lo spazio, che precedentemente era occupato da un negozio di pelletteria, utilizzando una palette materica composta da legno, marmo, alluminio e malta.

La bottega preesistente era originariamente strutturata in tre differenti unità con pavimentazione irregolare, dunque gli architetti hanno lavorato per unire i tre blocchi separati e creare così una pianta più fluida capace di adattarsi meglio alla nuova funzione.

Inoltre, prospettiva e luce naturale sono elementi fondamentali del progetto, che è caratterizzato da una tenue tonalità di grigio blu scelta per decorare muri e soffitti, creando un’atmosfera dining dall’impatto quasi teatrale.

La spazio che intercorre da una stanza all’altra è fluido, con grandi aperture ad incorniciare la vista sull’esterno; entrando, i visitatori sono accolti dal bancone in marmo di Carrara bocciardato, a contrasto con le lisce pareti grigio-blu.

La pavimentazione in parquet di quercia si estende in tutti gli ambienti, arredati da tavoli neri e sedute firmate Pedrali, con una grande cantina vini disegnata su misura che diventa la caratteristica distintiva dell’esclusiva stanza centrale: le mensole sono retroilluminate e fanno apparire le bottiglie come se emergessero dalla struttura in acciaio e quercia verniciata in nero.

Infine, i fari di Flos sono collocati in modo da creare coni luminosi sui tavoli e la stessa gamma materica prosegue anche nei bagni, con l’uso della resina grigia Kerakoll, delle piastrelle Mutina e del marmo di Carrara bocciardato per i lavabi.

La quintessenza del gusto italiano.

Fotografie di Nanni Culotta.

Questo articolo parla di:

Precedente

laFeltrinelli 3466, apre la libreria più alta d’Europa

Successivo

La riqualificazione di Casa Girola firmata da Progetto CMR

Le nuove sedie di Furman hanno le forme del corpo umano
Design

Le nuove sedie di Furman hanno le forme del corpo umano

“Una gioiosa e tenera celebrazione del corpo umano”: il designer Adam Nathaniel Furman definisce così la collezione di...

HI-MACS, forme curve e performance materica per la clinica di Valencia
Architettura

HI-MACS, forme curve e performance materica per la clinica di Valencia

Evocare le forme rotonde e morbide di una donna in gravidanza attraverso l’edificio deputato a ospitarla, ossia quello della...

Islands, il design fiabesco di Alessandra Baldereschi per IVV
Design

Islands, il design fiabesco di Alessandra Baldereschi per IVV

 In occasione di Maison&Objet 2020, la fiera internazionale dedicata al lifestyle, alla decorazione e al design in...