Sobremesa, il nuovo ristorante di studio didea a Palermo Sobremesa, il nuovo ristorante di studio didea a Palermo
Architettura

Sobremesa, il nuovo ristorante di studio didea a Palermo

Scritto da Redazione |

19 Luglio 2019

Ottimo cibo e ottimo design. La formula è perfetta per Sobremesa, il nuovo ristorante situato all’interno di un antico palazzo del Diciottesimo secolo nella città di Palermo: studio didea ha riprogettato lo spazio, che precedentemente era occupato da un negozio di pelletteria, utilizzando una palette materica composta da legno, marmo, alluminio e malta.

La bottega preesistente era originariamente strutturata in tre differenti unità con pavimentazione irregolare, dunque gli architetti hanno lavorato per unire i tre blocchi separati e creare così una pianta più fluida capace di adattarsi meglio alla nuova funzione.

Inoltre, prospettiva e luce naturale sono elementi fondamentali del progetto, che è caratterizzato da una tenue tonalità di grigio blu scelta per decorare muri e soffitti, creando un’atmosfera dining dall’impatto quasi teatrale.

La spazio che intercorre da una stanza all’altra è fluido, con grandi aperture ad incorniciare la vista sull’esterno; entrando, i visitatori sono accolti dal bancone in marmo di Carrara bocciardato, a contrasto con le lisce pareti grigio-blu.

La pavimentazione in parquet di quercia si estende in tutti gli ambienti, arredati da tavoli neri e sedute firmate Pedrali, con una grande cantina vini disegnata su misura che diventa la caratteristica distintiva dell’esclusiva stanza centrale: le mensole sono retroilluminate e fanno apparire le bottiglie come se emergessero dalla struttura in acciaio e quercia verniciata in nero.

Infine, i fari di Flos sono collocati in modo da creare coni luminosi sui tavoli e la stessa gamma materica prosegue anche nei bagni, con l’uso della resina grigia Kerakoll, delle piastrelle Mutina e del marmo di Carrara bocciardato per i lavabi.

La quintessenza del gusto italiano.

Fotografie di Nanni Culotta.

Questo articolo parla di:

Precedente

laFeltrinelli 3466, apre la libreria più alta d’Europa

Successivo

La riqualificazione di Casa Girola firmata da Progetto CMR

Milk, lampada o bottiglia di latte?
Design

Milk, lampada o bottiglia di latte?

Una lampada o una bottiglia di latte? È il mondo della pop art ad ispirare la nuova lampada Milk, disegnata da Emmanuel Gallina...

Dimorestudio progetta la boutique FENDI a Montecarlo
Architettura

Dimorestudio progetta la boutique FENDI a Montecarlo

Un mix di iconici arredi vintage, design contemporaneo da collezione e opere d’arte: questo è il concept elaborato da...

My Home Collection si veste di velluto
Design

My Home Collection si veste di velluto

Passione velluto. Con la sua attitudine iridescente, i colori lucenti e il tocco soft inconfondibile, il velluto...