Terreal Italia al Fuorisalone: Serena Biscetti racconta le novità di HABITAT Terreal Italia al Fuorisalone: Serena Biscetti racconta le novità di HABITAT
Architettura

Terreal Italia al Fuorisalone: Serena Biscetti racconta le novità di HABITAT

Scritto da Redazione |

16 Aprile 2019

E’ un debutto in grande stile quello che vede Terreal Italia, marchio leader nel settore del laterizio in terracotta, diventare uno dei protagonisti della Milano Design Week, scegliendo il Fuorisalone di Brera (e in particolare l’evento MaterialiCasaAroundShapes organizzato da Tile Italia e MaterialiCasa in via Palermo 5) come scenario privilegiato per presentare al pubblico le nuove forme e le sorprendenti finiture che vanno ad arricchire la linea HABITAT, concepita e realizzata appositamente per l’arredamento d’interni. Una proposta con la quale Terreal mira a conquistare nuovi orizzonti di progetto e di mercato, come ci ha raccontato l’architetto Serena Biscetti, Consulente Tecnico del brand.

Comincio col dire che per noi di Terreal la Milano Design Week e nello specifico il contesto del Fuorisalone rappresentano un palcoscenico nuovo: essendo la prima partecipazione, abbiamo quindi voluto presentare un prodotto assolutamente inedito, declinando la nostra nuova collezione HABITAT, destinata agli interni, in forme e finiture pensate appositamente per il pubblico milanese” afferma Biscetti, che poi continua:

“Ci tengo a sottolineare come si tratti di una proposta che si discosta in maniera radicale dalla tradizionale offerta di Terreal, che in Italia riunisce i marchi San Marco e Pica. Infatti, finora ci era certamente capitato di fare interventi di interior design ma sempre a partire dal concetto del mattone ed eventualmente del listello ricavato dal mattone, che era peraltro l’idea iniziale anche di HABITAT. Volendo però confrontarci appieno con l’universo interior abbiamo deciso di lanciare forme particolari, più vicine al gusto dei progettisti: nascono così queste formelle fatte a mano, esagonali e di dimensioni significative (12 cm per ogni lato) presentate in doppio spessore, il che produce un effetto di movimento particolarmente vibrante. Naturalmente, il prodotto, essendo hand-made, è disponibile anche in altri formati e spessori, garantendo al cliente massima personalizzazione. Per quanto riguarda invece le finiture superficiali, proponiamo per il momento cinque diversi colori (ma altri sono in fase di studio): Bianco di Carrara, Nero Lavico, Oro Brillante, Corten e Rosa del Deserto.

Stiamo parlando di laterizi pasta molle che nascono da una base in argilla, mantenendo quindi le caratteristiche tipiche di questo materiale come la porosità e l’irregolarità, un autentico valore aggiunto nel dare carattere al prodotto e di conseguenza all’ambiente. Chi sceglie il laterizio, del resto, lo conosce e ne ama la matericità, la capacità di mutare nel tempo, qualità che lo distinguono dalle altre tipologie di rivestimento.”

Conclude l’architetto:

La nostra idea è quella di spostare l’attenzione dal settore esclusivo del rivestimento (nonostante sia molto richiesto, per esempio nel mondo del bagno) a quello della decorazione: noi immaginiamo il prodotto come un decoro, un vero e proprio elemento d’arredo a sé, che impreziosisce la parete. Ciò non toglie che lo si possa applicare perfettamente ad ambienti come cucina e bagno, tanto più che essendo un laterizio in pasta molle regge molto bene dal punto di vista termoigrometrico, raccoglie l’umidità, la assorbe e la ‘riutilizza’ in una sorta di meccanismo autopulente.

Questo articolo parla di:

Precedente

Ritorno in campagna: Nat Office progetta Casa HHCR

Successivo

Freebooter, un edificio o una nave?

Maledetto Design, un libro racconta storia e contraddizioni delle grandi icone
Design

Maledetto Design, un libro racconta storia e contraddizioni delle grandi icone

Che cosa significa “design”? Che cosa distingue ciò che viene definito “design” da ciò che non lo è? A quali oggetti...

Antrax IT, l’installazione Le Guardie del Doge per Arte Laguna Prize
Design

Antrax IT, l’installazione Le Guardie del Doge per Arte Laguna Prize

Arte Laguna Prize, giunto quest’anno alla tredicesima edizione, è il premio italiano dedicato alla promozione...

Il nuovo allestimento della Sala del Cartone di Raffaello firmato Stefano Boeri Architetti
Architettura

Il nuovo allestimento della Sala del Cartone di Raffaello firmato Stefano Boeri Architetti

Dopo quattro anni di restauro, il Cartone preparatorio per l’affresco della Scuola di Atene torna protagonista della scena...