#dontstopdesign Architettura

Archichef Night 2020, l’evento che unisce cucina e architettura diventa digitale

Giugno 16, 2020
Avatar

scritto da:

Archichef Night 2020, l’evento che unisce cucina e architettura diventa digitale

 

Torna anche nel 2020 l’appuntamento con Archichef Night, l’evento che unisce architettura e cucina e che quest’anno si rinnova in modalità digitale, adattandosi alla fase attuale: apartire da Milano, l’evento itinerante si diffonderà così sotto forma di circuito anche a Napoli, Roma, Firenze, Verona e Londra in una serie di date fino al mese di settembre. Tutte le tappe saranno trasmesse live online su Isola Goes Digital.

Per il primo appuntamento, in programma mercoledì 17 giugno alle ore 17.30 su Zoom, l’archi-menù verrà realizzato dagli studi Antonio Citterio Patricia Viel, DVDV Studio Architetti, LF & Partners, Mariana Martini, Pincherle Studio con Orazio Vagnozzi e Studio Nicola Gallizia: ogni studio introdurrà allo Chef Francesco Chiavacci il proprio piatto, dandogli un titolo e indicandone ingredienti, ricetta, nonché modalità di preparazione, poi gli ArchiChef spiegheranno perché e come quel piatto racconta dello studio.

Francesco Chiavacci

Alla fine lo studio verrà scelto dallo Chef e dai partecipanti alle varie tappe, che potranno accreditarsi gratuitamente fino a un massimo di 15 posti, per eleggere il piatto migliore e premiato come vincitore; inoltre ci sarà un riconoscimento stampa da parte dei giornalisti invitati a partecipare.

© Andrea Fratella

A coordinare tutto ciò che riguarda la parte culinaria sarà l’esperienza e la competenza di Francesco Chiavacci, cuoco professionista di cucina italiana che vanta nel suo profilo la formazione presso il centro di fama internazionale ALMA e docenti come il maestro Gualtiero Marchesi.

© Andrea Fratella

Gianluca Lupi, Founder & Director di TOWANT, agenzia dedicata all’organizzazione di eventi di architettura in Italia e all’estero, sottolinea: “Sono anni che organizziamo queste tipologie di eventi che permettono sempre di più il diffondersi di una cultura dell’innovazione all’interno del nostro ambiente, volta ad esplorare anche realtà differenti da quella di partenza. E anche quest’anno, con la flessibilità di chi non vuole mai smettere di migliorare, e si adatta alla nuova realtà che stiamo vivendo, puntiamo a raggiungere gli ottimi traguardi degli anni passati, con un occhio sempre rivolto al futuro e alla ripresa.”

Come per le precedenti edizioni di Archichef, anche per questa, non manca il supporto delle aziende partner all’iniziativa, a partire da Carimati, Ceramica Santagostino, Cosentino, EFFE, Kaldewei, Ib Rubinetti, Luxiona e Tubes.

Pronti ad “assaporare” nuovi progetti?