Architettura

Calvi Brambilla progetta il Palazzo Barovier&Toso di Murano

Aprile 2, 2019

scritto da:

Calvi Brambilla progetta il Palazzo Barovier&Toso di Murano

Un autentico tempio del lusso: è il Palazzo Barovier&Toso, situato nelle vicinanze della storica sede dell’azienda sulle sponde di Rio dei Vetrai a Murano (Venezia) e costruito per diventare un sito unico nel quale godere della sontuosa bellezza propria delle creazioni del brand italiano.

L’edificio, i cui interni sono stati progettati da studio Calvi Brambilla, si articola su oltre 900 metri quadri di spazio e propone un itinerario attraverso la storia di un marchio che ha sviluppato colori, tecniche, forme e stili reinventando se stesso ogni volta con la raffinatezza esclusiva capace di renderlo famoso in tutto il mondo.

Gli architetti hanno guidato il totale rinnovamento degli spazi interni e progettato dunque un percorso essenziale su tre piani per raccontare l’unicità di Barovier&Toso, attraverso un allestimento esclusivo in cui ogni dettaglio è stato studiato per celebrare il lusso senza tempo delle collezioni esposte: non solo uno showroom, ma uno spazio versatile in cui la produzione del brand esalta spazi eterogenei ma sempre raffinati, creando atmosfere evocative ed emozionanti.

Il progetto è basato su una reinterpretazione contemporanea degli elementi architettonici tipici degli antichi palazzi nobiliari: dalla boiserie, al pavimento in seminato veneziano, alla disposizione in pianta delle stanze, fino al colore che scandisce univocamente ogni sala, stabilendo la declinazione cromatica di tutti i suoi componenti; questa scelta diventa il fil rouge dell’intero edificio e offre un’esperienza visiva unica, in sintonia con le opere d’arte di Jason Martin, Brigitte Kowanz e Astrid Krogh, omaggio alla Biennale di Venezia.

Il piano terra, dedicato all’accoglienza e allo shopping, è dominato dai toni del nero e avvolto in una luce soffusa, con una selezione eterogenea di sospensioni e lampade da tavolo; una scala dorata collega i tre livelli del palazzo e affaccia su una doppia altezza che ospita Taif, l’immenso lampadario disegnato nel 1980 per una delle dimore appartenute al re saudita.

Al primo piano, in una serie di stanze monocrome – bianca, oro, blu, nera e rossa – Barovier&Toso si racconta poi attraverso le collezioni più prestigiose mentre al secondo e ultimo piano, una sala ariosa ed essenziale con soffitto a capriate ospita i più grandi lampadari di gusto classico, moderno e contemporaneo: l’unica protagonista è la luce e il fascino che sprigiona nelle sue migliaia di riflessi sul vetro di Murano.

Il percorso di conclude con uno spazio bar, dove si trova un’esposizione colorata di vetri soffiati ed elementi scomposti di vari lampadari, e con un’ampia caffetteria nei toni del rosa, concepiti per illustrare il grande potenziale del marchio sul mercato contract, che lo ha reso un partner esclusivo nella realizzazione di hotel di lusso, boutique, luoghi istituzionali e locali pubblici in ogni angolo del globo.

In definitiva, il Palazzo è un’ode alla creatività italiana, la stessa che permea le collezioni firmate Barovier&Toso.