Architettura

Genius Loci, Roma celebra architettura e scienza

Luglio 23, 2020
Avatar

scritto da:

Genius Loci, Roma celebra architettura e scienza

 

Scienza e architettura, ricerca e città. Nell’anno della grande pandemia, dal 16 luglio al 2 agosto, l’associazione culturale Open City Roma dedica il festival Genius loci. Dove abita il genio ai luoghi dove la scienza vive; una grande rassegna di eventi tutti gratuiti, tra cui mostre, workshop, tour guidati, per far conoscere a un pubblico allargato i posti e i protagonisti di una Roma meno nota, non la città dei fasti antichi e dell’arte ma quella, proiettata verso il futuro, dell’eccellenza nel progresso tecnologico, dei suoi tanti centri internazionali di ricerca e sperimentazione scientifica, che ne fanno un punto di riferimento nel mondo.

Agenzia Spaziale Italiana © Caviola

L’Agenzia Spaziale Italiana, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, il CNR, il Museo Storico della Fisica e Centro Studi e Ricerche “Enrico Fermi”-CREF dei “ragazzi di via Panisperna” e ancora l’Istituto Nazionale Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani, fiore all’occhiello della ricerca in Italia e motore della lotta al covid-19, sono solo alcuni dei luoghi normalmente inaccessibili che è possibile visitare grazie ai nuovi tour guidati, che ne raccontano l’attività, la storia e le bellezze architettoniche.

City Lab Ex Cartiera

L’ambientalismo scientifico è il protagonista di un percorso che consente di varcare le soglie di luoghi di grande rilievo architettonico e di toccare con mano la ricerca nelle sue dinamiche reali, nelle sue applicazioni pratiche, per comprendere l’importanza della cultura scientifica.

RCCS Spallanzani © Carlo Lannutti

Tra i numerosi eventi previsti si fanno notare il tour “Aqua Urbis”, durante il quale sarà possibile capire la meccanica dei fluidi attraverso l’esplorazione di 16 acquedotti romani, veri e propri capolavori di architettura che celebrano il rapporto tra l’essere umano e l’acqua; la visita al quartiere EUR da Palazzo della Civiltà Italiana all’Archivio Centrale dello Stato, che ripercorrerà le vicende del complesso architettonico e urbanistico, ideato con il proposito di raccontare al mondo il genio italiano.

Centro Fermi © Francesco Cicconi

Grazie all’esplorazione dei luoghi della scienza, accanto all’architettura saranno poi esplorate anche le discipline artistiche: i tour urbani andranno per esempio alla scoperta del grande murales che costeggia l’Istituto Nazionale Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani, una “Hall of fame” dei grandi medici e scienziati, mentre la visita all’ex Pastificio Pantanella, sede della Fondazione Gimema onlus, si concluderà davanti al murales realizzato dall’artista Gregorio Pampinella, che racconta in maniera simbolica l’attività della fondazione.

Palazzo Civiltà Italiana © Fendi

Spazio anche alla fotografia: le foto di Francesco Cicconi daranno corpo al percorso “Medium”, un racconto per immagini in 2 scatti – un ritratto e uno still life – dell’attività degli scienziati attraverso i luoghi e i loro strumenti di lavoro.

Tra arte, architettura e scienza, con Genius Loci l’appuntamento è a Roma.