Architettura

Il nuovo Headquarter Iperceramica firmato Mario Cucinella

Gennaio 7, 2021
Avatar

scritto da:

Il nuovo Headquarter Iperceramica firmato Mario Cucinella

 

Iperceramica è la più grande catena italiana di negozi per la vendita di pavimenti, rivestimenti, parquet, sanitari e arredo bagno, nonché, grazie alla controllata RistrutturaSMART, il nuovo punto di riferimento dei progetti di ristrutturazione chiavi in mano.

Lo studio internazionale MC A – Mario Cucinella Architects è stato quindi chiamato a firmare il nuovo Headquarter di Iperceramica (BayKer Italia S.p.a), mantenendo fede al proprio impegno di rispettare i punti chiave dell’Accordo di Parigi della COP 21.

L’edificio è stato realizzato prediligendo materiali meno impattanti dal punto di vista ambientale e ha previsto soluzioni a secco e disassemblabili; inoltre, il “Design for Manufacturing and Assembly (DFMA)” ha portato notevoli benefici in termini di riduzione dei tempi di cantiere e dell’inquinamento che ne deriva.

Il progetto, locato a Fiorano Modenese (MO), si sviluppa su due livelli per un totale di circa 1.700 mq e nasce con l’intento di essere un involucro semplice e funzionale, caratterizzato da una immagine fortemente contemporanea.

Le strutture sono state pensate in elementi prefabbricati di legno, garantendo così l’utilizzo delle ultime tecnologie costruttive in quanto a materiali, sostenibilità e sistemi di prefabbricazione.

Il progetto ha riposto poi notevole attenzione al comfort degli ambienti interni, al conseguente benessere del personale e alla permeabilità della luce naturale, grazie all’introduzione di grandi trasparenze verso l’esterno e affacci su una corte interna arricchita da essenze arboree e arbustive.

Una grande vela di copertura che diventa l’elemento caratterizzante dell’intervento, aggettante rispetto al filo esterno dell’edificio, con sbalzi differenti a seconda dell’orientamento e dell’analisi solare per modulare la luce e la radiazione sulle facciate trasparenti.

Racconta l’architetto Mario Cucinella:

«Un percorso iniziato due anni fa e che ha visto realizzarsi un’architettura contemporanea al servizio e per le persone che ci lavorano. In un periodo in cui è necessario ripensare agli spazi, in ottica di benessere­, la nuova sede di Iperceramica è un esempio di come l’imprenditoria italiana stia prendendo consapevolezza dell’importanza che la costruzione dello spazio lavoro determina anche la qualità della vita di chi lo vive. Ma non solo, progettare edifici flessibili pensati per essere montati semplicemente ed in grado di garantire il confort attraverso le risorse naturali, permette di ridurre le emissioni di CO2 così come richiesto dall’Accordo di Parigi».

Perché il futuro dell’architettura, destinata a qualunque funzione, è ormai indissolubile dalla ricerca della sostenibilità.