La nuova sede di Huawei a Milano La nuova sede di Huawei a Milano
Architettura

La nuova sede di Huawei a Milano

Scritto da Redazione |

12 Febbraio 2019

Porta la firma di Progetto CMR la nuova sede di Huawei recentemente inaugurata a Milano, presso il Vodafone Village di via Lorenteggio: la società di architettura, ingegneria e design specializzata nella progettazione integrata ha concepito un progetto che ben s’inserisce nel solco di una connessione identitaria tra l’azienda e la città che la ospita, cifra distintiva delle sedi europee della società cinese.

Così Progetto CMR, incaricata di realizzare le sedi Europee di Huawei tra cui Milano, Roma e Dublino, nella città meneghina ha raccolto questa indicazione concentrandosi sui concetti di design e stile e integrando all’interno del progetto alcuni dei simboli chiave del volto urbano della città.

Con il duplice obiettivo di disegnare degli spazi in cui i valori dell’azienda fossero ben riconoscibili e di rendere visibile anche dall’interno la localizzazione della nuova sede, i progettisti hanno realizzato gli uffici e lo showroom di Huawei facendo sapiente uso dei colori e delle forme distintive della societàrichiamando l’anima di Milano come capitale del design nelle linee degli arredi iconici, e raffigurando in maniera stilizzata lo skyline della città nella grafica delle pareti e dei pannelli divisori

La bicromia della moquette a pavimento, inoltre, guida visitatori e i dipendenti attraverso gli uffici e all’interno dello showroom come se fossero spazi cittadini, segnalando punti di sosta e aggregazione tramite grafiche che ricordano piazze, su cui sorgono delle installazioni colorate con valenza sia estetica che funzionale.

Nella reception è poi racchiuso lo spirito del progetto: installazioni luminose a soffitto e a paretela stilizzazione del Duomo di Milano che fa da sfondo all’area attesa, arredi di design trasformabili accolgono la potenza della tecnologia, che fa da protagonista attraverso un grande ledwall scenografico e un monitor dell’area attesa.

Altri elementi distintivi del progetto sono le forme organiche degli arredi su misura, dei segni a pavimento e delle pareti in krion, che creano un ambiente futuristico che contraddistingue e rispecchia il mondo high tech di Huawei, e la multifunzionalità degli spazi, totalmente flessibili grazie alla presenza di pareti manovrabili e tecnologie all’avanguardia.

Lo showroom si configura così come uno spazio elegante che sa di innovazione, in cui la tecnologia, incorniciata da superfici sinuose e scultoree, prende il sopravvento e accompagna il visitatore attraverso la scoperta del mondo Huawei.

Questo articolo parla di:

Precedente

Edilizia in legno chiavi in mano: Matrix4Design incontra Rubner Objektbau

Successivo

Modularità e benessere per lo spazio ufficio: Matrix4Design incontra Fantoni

NO.MADE, la micro-casa per location scenografiche
Architettura

NO.MADE, la micro-casa per location scenografiche

Luxury Mobile Home, un nuovo concept per l’abitare nomade. Presentato recentemente alla Milano Design Week, NO.MADE è il...

DVO, il design dell’ufficio ha un nuovo stile
Design

DVO, il design dell’ufficio ha un nuovo stile

Una soluzione funzionale e versatile per l’ufficio. Al Salone del Mobile 2019 DVO ha presentato DV504-Milo, progettato da...

Maledetto Design, un libro racconta storia e contraddizioni delle grandi icone
Design

Maledetto Design, un libro racconta storia e contraddizioni delle grandi icone

Che cosa significa “design”? Che cosa distingue ciò che viene definito “design” da ciò che non lo è? A quali oggetti...