Milano Arch Week 2019, l’architettura al centro della riflessione tra uomo, natura e città Milano Arch Week 2019, l’architettura al centro della riflessione tra uomo, natura e città
Architettura

Milano Arch Week 2019, l’architettura al centro della riflessione tra uomo, natura e città

Scritto da Redazione |

16 Maggio 2019

L’architettura come strumento per plasmare il mondo ma anche per leggerne i cambiamenti, interpretando le esigenze della contemporaneità e proponendo soluzioni a lungo termine per offrire nuovi orizzonti alla collettività.

A partire proprio da questa definizione, semplice e complessa al tempo stesso, si svolgerà la prossima Milano Arch Week, la settimana di eventi del palinsesto YesMilano compresa tra martedì 21 e domenica 26 maggio, giornate che verranno dedicate alla riflessione sull’architettura, sulle sfide urbane di oggi e sul futuro delle città.

Foto Gianluca Di Ioia

Promossa da Triennale Milano insieme al Politecnico di Milano e al Comune di Milano, in collaborazione con Fondazione Giangiacomo Feltrinelli e con la direzione artistica di Stefano Boeri, Milano Arch Week 2019 esplora la condizione attuale dell’urbanizzazione planetaria, partendo dalla considerazione che entro il 2050 i due terzi della popolazione mondiale abiteranno in spazi urbani.

La manifestazione, intitolata quest’anno Antropocene e Architettura, indagherà le città come sistema di flussi e reti, di artificio e natura, luoghi resi mutevoli dalla “contemporanea pluralità di soggetti, individui, traiettorie”, come centri di produzione materiale e immateriale.

Stretto sarà inoltre il dialogo con i temi della XXII Triennale di Milano curata da Paola Antonelli: la sostenibilità ambientale, lo sviluppo tecnologico, i fenomeni migratori, le trasformazioni sociali al centro di Broken Nature verranno così messi in relazione con lo spazio urbano e analizzati attraverso una prospettiva urbanistica e architettonica.

Fondamentale a questo proposito il contributo del Politecnico di Milano che, essendo coinvolto direttamente in alcune delle principali azioni di modificazione, trasformazione e rigenerazione urbana, affronterà proprio i temi del futuro della città da un punto di vista progettuale e architettonico, ospitando insieme a Triennale le lecture di grandi architetti internazionali, mentre Fondazione Giangiacomo Feltrinelli ne esplorerà le implicazioni sugli spazi di cittadinanza attraverso il palinsesto di About a City – Rethinking Cities, dal 23 al 26 maggio.

Milano offre così ancora una volta un’occasione da non perdere per approfondire i grandi temi attuali, a partire dal rapporto tra uomo, natura e città, sviluppando una riflessione condivisa giocata sulla sinergia tra i grandi maestri del progetto e la viva partecipazione di tutta la cittadinanza.

Questo articolo parla di:

Precedente

La sala concerti è uno specchio nel deserto

Successivo

Il nuovo Centro Congressi Internazionale di Fuksas a Gerusalemme

Una Medusa in technicolor arreda la casa Versace
Design

Una Medusa in technicolor arreda la casa Versace

Il marchio di moda Versace non perde la sua carica vitale e provocatoria nemmeno quando si cimenta nell’arredamento della...

Starhotels E.ch.o Bologna, l’hotel green di Iosa Ghini a Fico Eataly World
Architettura

Starhotels E.ch.o Bologna, l’hotel green di Iosa Ghini a Fico Eataly World

Lusso e comfort a impatto zero. Non poteva che andare in questa direzione il progetto per il nuovo Starhotels E.ch.o Bologna che...

Samu, i tavoli di Bartoli Design e Segis per il mondo contract
Design

Samu, i tavoli di Bartoli Design e Segis per il mondo contract

Versatilità e minimalismo sono le qualità che contraddistinguono Samu, il nuovo sistema di tavoli e tavolini disegnati da...