Architettura

Planter Box House, la casa giardino autosufficiente

Febbraio 25, 2019

scritto da:

Planter Box House, la casa giardino autosufficiente

Potremmo pensarla come una sorta di fattoria, aggiornata però ai tempi moderni.

La Planter Box House è la casa “tropicale” progettata a Kuala Lumpur (Malesia) dallo studio Formzero per una coppia di pensionati dediti all’autoconsumo e allo stile di vita 100% sostenibile.

All’interno di questa abitazione sviluppata su tre livelli gli abitanti possono infatti coltivare in autonomia oltre 40 tipologie di piante, collocate all’interno di box in cemento a sbalzo ispirati alle casseforme in bambù utilizzate dagli indigeni in antichità.

All’interno gli spazi sono così distribuiti: un ambiente a doppia altezza introduce alla cucina e alla zona pranzo, al primo piano si trovano una stanza da letto e uno studio mentre al secondo piano sono collocati un salotto e un’altra stanza da letto aperti su un’ampia terrazza.

Al centro della struttura spica una scala in acciaio sottilissima appesa al piano superiore, dove si trova un lucernario apribile che favorisce l’illuminazione e la ventilazione naturale, motivi per i quali in generale gli spazi della casa sono tenuti il più aperti possibile, delimitati soltanto da pochi divisori in vetro.

Infine i contenitori in cemento destinati alle piante sono in grado di garantire la ritenzione di acqua piovana, diventando piccoli serbatoi di irrigazione grazie anche ad un sistema che consente il controllo del livello dell’acqua in ogni contenitore.

Un progetto che guarda non soltanto ad una nuova concezione dell’abitare ma piuttosto ad una nuova idea del vivere, improntata alla sostenibilità e all’armonia tra persone e ambiente.