Architettura

Rinascimento oggi: Pierattelli Architetture restaura Palazzo Stefanelli a Firenze

Gennaio 14, 2021
Avatar

scritto da:

Rinascimento oggi: Pierattelli Architetture restaura Palazzo Stefanelli a Firenze

 

A Borgo Pinti, una delle principali vie del centro storico di Firenze, sorge Palazzo Stefanelli, prestigiosa testimonianza storica dell’Ottocento, che oggi è diventata oggetto di un importante progetto di ristrutturazione da parte dello studio fiorentino Pierattelli Architetture.

La sfida è stata quella di lavorare sul costruito, allo scopo di conciliare antiche e preziose preesistenze con lo spirito dell’abitare contemporaneo, creando dodici nuovi appartamenti residenziali – di diverse tipologie, dal trilocale all’attico – che conservano il carattere e la storicità dell’edificio, grazie a un progetto di restauro che valorizza i dettagli architettonici e decorativi, combinandoli con nuove soluzioni.

Palazzo Stefanelli è un edificio che si sviluppa su quattro piani, di cui uno interrato, e gli appartamenti si affacciano attorno al piccolo gioiello verde costituito dalla corte interna; d’altra parte, particolare attenzione è stata riservata al tema della sostenibilità ambientale, dotando tutte le abitazioni di pompa di calore per ridurre il consumo di energia, impianto domotico Living Now di BTicino e infissi ad alto rendimento termico e acustico.

I dodici appartamenti, sfruttando al massimo gli spazi ottocenteschi, sono su un piano o due livelli, con inserimento di mezzanino, e alcuni sono provvisti di giardino o terrazzo privato; ogni unità prevede poi una cantina privata e la predisposizione per il bagno turco nelle docce padronali.

Il connubio tra elementi rinascimentali e il nuovo intervento architettonico caratterizza gli interni, dove Pierattelli Architetture ha optato per la valorizzazione dei soffitti affrescati, degli ambienti spaziosi tipici del periodo, ma anche di elementi architettonici come travi e capriate.

Nel progetto di restauro vengono inoltre conservati dettagli decorativi rinascimentali, come il campanello originale dell’ingresso e gli affreschi nelle stanze e nell’androne del piano terra – spazio dove un tempo venivano accolte le carrozze.

A rafforzare la naturale eleganza degli spazi, concorrono i materiali scelti: legno e travertino sono i principali protagonisti del progetto, tra finiture e superfici di living, bagno e stanze; per i pavimenti è stato scelto un parquet a spina francese in Rovere toscano, che dona una sensazione di calore agli ambienti e si affianca alle eleganti superfici di Travertino italiano dei bagni, caratterizzato da venature blu.

Al terzo piano del palazzo si trova l’attico: vera e propria punta di diamante del progetto si compone di un doppio livello raggiungibile tramite una scala a chiocciola, con una vista panoramica su Firenze grazie alla loggia aperta sulla città; gli architetti hanno mantenuto a vista travi e capriate originali, sottoposte a restauro, caricando lo spazio di rimandi di un’altra epoca, mentre il piano superiore è occupato da uno studio, spazio riservato e accogliente.

Oltre agli interventi strutturali, attualmente in corso, Pierattelli Architetture ha ipotizzato alcune ambientazioni e soluzioni per l’interior: tra queste, per la camera da letto, una parete a listelli in legno di Noce Canaletto che accoglie un letto dalla testata ampia e morbida progettato su misura e che si trasforma, nel lato retrostante, in un’ampia cabina armadio a vista; negli altri ambienti pezzi di design iconici creano infine un elegante equilibrio tra rinascimento e contemporaneità, chiudendo il cerchio di un progetto unico ed esclusivo.