Architettura

Rubner Haus, la bioedilizia in legno per una villa a Vercelli

Luglio 10, 2020
Avatar

scritto da:

Rubner Haus, la bioedilizia in legno per una villa a Vercelli

 

Una villa monofamiliare sviluppata su 200 metri quadri e completamente eco-sostenibile può essere realizzata in sole otto settimane? La risposta a questa domanda è sì: accade nella campagna vercellese, grazie alla collaborazione di Rubner Haus con l’architetto Federico Florio e alle notevoli prestazioni garantite dalla bioedilizia in legno.

Rispettosa della tradizione architettonica locale, reinterpretata nel senso della semplicità, l’abitazione presenta un classico tetto a due falde, una struttura centrale di 170 mq destinata ad accogliere la famiglia, e una più piccola al suo fianco di circa 120 mq che invece ospita l’autorimessa, la lavanderia, la centrale termica e il deposito.

Due i piani abitabili della villa: al piano terra si trova infatti un enorme soggiorno comunicante con la cucina, cuore della casa, dal quale una scala in rovere e vetro conduce alle tre camere da letto e il doppio bagno del piano superiore.

L’abitazione risulta luminosissima grazie alle vetrate che guardano verso il giardino e l’orto e che, oltre a costruire un dialogo ininterrotto con la natura esterna, permettono un riscaldamento dell’ambiente interno quando necessario.

L’ingegnere Daniel Gasser di Rubner Haus spiega:

L’edificio presenta una struttura portante a telaio che coniuga elementi stilistici classici, senza tempo, con sistemi costruttivi innovativi, attenendosi ai più alti standard qualitativi e a un consumo di energia bilanciato, Quella a telaio è una tecnica costruttiva in uso da secoli che consente basso consumo energetico e alta coibentazione termica. Questa casa, oltre a favorire il benessere di chi la abita, permette un notevole risparmio sui costi di gestione, non incide sull’inquinamento e fornisce al proprietario un’immobile destinato a mantenere il suo valore nel tempo.”

Le abitazioni in legno presentano diversi punti di forza tra cui l’ecosostenibilità: l’utilizzo di materiali edili ecologici, come il legno e il sughero, garantisce un’alta efficienza energetica, mentre per trasportare i materiali da costruzione di una casa Rubner Haus di 100mq sono sufficienti 3 camion contro i 20 di una casa in muratura, con conseguente risparmio di carburante e di emissioni di CO2.

Inoltre, la quantità di abete utilizzata in media per costruire una casa ricresce in circa 23 secondi, a maggior ragione tenendo presente che il legno Rubner proviene da zone alpine a deforestazione controllata che si estendono per 150km nei dintorni della segheria del gruppo in Austria.

Sostenibilità e innovazione edilizia, un’accoppiata vincente.