Architettura

Snøhetta, inaugurata a Parigi la nuova sede del Gruppo Le Monde

Febbraio 11, 2021
Avatar

scritto da:

Snøhetta, inaugurata a Parigi la nuova sede del Gruppo Le Monde

 

È stata finalmente inaugurata a Parigi la nuova sede centrale del Gruppo Le Monde, che comprende alcune delle più famose pubblicazioni francesi, frutto del progetto elaborato dal blasonato studio di architettura norvegese Snøhetta.

Con il completamento della nuova sede, i 1.600 dipendenti del Gruppo Le Monde sono stati quindi riuniti sotto lo stesso tetto di un edificio generosamente arcuato situato in Avenue Pierre-Mendès-France 67-69, nel 13° arrondissement di Parigi, affacciato sulla Rive Gauche.

Una facciata traslucida e dinamica e un’ampia piazza pubblica esprimono l’apertura dell’edificio (esteso per 80 metri da un lato all’altro) al contesto circostante, mentre la forma concava a ponte dell’edificio supera lo scalo ferroviario sottostante, ancorandosi su entrambi i lati con due volumi a sbalzo di sette piani tenuti insieme da una complessa rete di acciaio.

Tre “tagli” gestuali modellano poi la massa dell’edificio: il “taglio del cielo” rivela la superficie obliqua della copertura rivestita di pannelli solari; il “taglio della città” spinge indietro l’edificio dalla facciata rivolta verso la strada; e il “taglio del suolo” ritaglia il lato inferiore della struttura a ponte, avvolgendo la nuova piazza pubblica sotto la sua ampia forma ad arco.

L’involucro esterno dell’edificio è composto da più di 20.000 elementi di vetro pixellato in uno schema rigorosamente organizzato con 772 possibili configurazioni, che conferiscono all’edificio un aspetto puro che si modifica con il variare delle condizioni atmosferiche e di luce.

In particolare, ogni elemento di vetro rappresenta un pixel distinto classificato su una scala di opacità che va dal trasparente al completamente opaco a seconda della sua collocazione, consentendo la migliore vista dall’edificio e la massima penetrazione della luce diurna.

Questo modello altamente sofisticato fa inoltre riferimento alle lettere stampate di giornali e riviste e costituisce un modello simile a un testo, che può essere letto più chiaramente quando la facciata di 10 000 metri quadri viene vista da lontano.

La piazza pubblica con vegetazione integrata invita i passanti a soffermarsi e a interagire, creando al contempo connessioni con il paesaggio urbano su ogni lato dell’edificio; a partire dal 2021, questo collegamento fisico sarà ulteriormente potenziato con l’introduzione di un nuovo ponte che attraverserà le vicine ferrovie della Gare d’Austerlitz.

I nuovi spazi commerciali rendono dinamico il contesto, mentre le panchine in cemento armato progettate su misura sotto l’arco offrono un’oasi di pace; il sito incoraggia inoltre diverse modalità di transito e alternative di mobilità più ecologiche con più di 300 posti per biciclette.

La piazza è dominata dal calcestruzzo con chiari riferimenti al contesto urbano dell’edificio ed è in calcestruzzo gettato in opera anche l’arco sopra la piazza, che è stato accuratamente trattato a mano per creare una finitura strutturata.

La piazza in calcestruzzo e gli elementi della facciata continuano all’interno dell’edificio: in particolare il wayfinding si ispira alla facciata vetrata dell’edificio ed è decorata con la classica tipografia a macchina da scrivere.

La sede del Gruppo Le Monde è accessibile dalle due estremità dell’edificio, una delle quali pubblica che conduce ai servizi di ristorazione e di vendita al dettaglio e fornisce l’accesso a un auditorium a due piani; l’altro ingresso conduce ad un’area di accoglienza, con pavimentazione in calcestruzzo grigio ispirata alla piazza esterna e accessibile solo al Gruppo Le Monde.

Due grandi scale ad anfiteatro in ogni ingresso conducono al terzo livello dell’edificio, fornendo uno spazio di incontro non formale per il personale e i visitatori: le scale segnano inoltre una continuità fisica con la sezione centrale ad arco dell’edificio e consentono l’accesso all’auditorium attraverso un’area aperta, adatta sia per conferenze che per ricevimenti; il piano comprende anche una caffetteria per il personale, un ristorante con funzioni di back office e sale riunioni.

Dal terzo all’ottavo piano, l’edificio offre uffici open space di alta qualità e di grandi dimensioni, con un sistema di riscaldamento, ventilazione e illuminazione integrato a soffitto che garantisce la massima flessibilità di allestimento.

Con le loro finestre a tutta altezza e la vista sulla Senna e sulla città di Parigi, gli uffici offrono uno sfondo luminoso e spazioso per le migliaia di dipendenti e giornalisti del Gruppo Le Monde; al secondo piano si trovano anche servizi come una biblioteca, un ristorante per il personale e un archivio analogico dedicato al Gruppo.

I piani sono collegati da una scala a doppia spirale, che abbatte le barriere artificiali di collaborazione e garantisce idealmente che le informazioni possano essere condivise facilmente in tutta la sala.

Dulcis in fundo, il livello superiore dell’edificio conduce a una terrazza all’aperto accessibile da entrambi i lati dell’edificio: incorniciata dalla vegetazione, essa offre una vista unica e irripetibile sul paesaggio urbano circostante e sulla Senna.