Studio Wok ridisegna un appartamento a Milano Studio Wok ridisegna un appartamento a Milano
Architettura

Studio Wok ridisegna un appartamento a Milano

Scritto da Redazione |

26 Settembre 2019

A Milano, nella zona di Porta Venezia, Studio Wok ha ristrutturato un appartamento situato all'interno di un palazzo storico di inizio Novecento appartenente al periodo liberty milanese.

Per valorizzarne al meglio l’identità, gli architetti hanno deciso di sfruttare le altezze generose e giocare con gli spazi sospesi: ogni stanza presenta un soppalco che da un lato aumenta la superficie abitata, dall’altro amplia i punti di vista sugli ampi spazi della casa.

Gli ambienti sono caratterizzati da forme pure e semplici e da materiali naturali, quali pietra e legno, in forte dialogo tra loro, con diverse finiture materiche che arricchiscono l’esperienza tattile sensoriale e dispositivi spaziali concepiti anche per ospitare oggetti e ottimizzare la fluidità di utilizzo degli ambienti della casa.

Nella zona giorno sono stati recuperati ed integrati i pavimenti in legno esistenti, i cui diversi riquadri identificano ambiti con usi differenti all'interno del grande spazio unico e fluido del soggiorno; lunghi corridoi caratterizzano poi le diverse aree della casa e in questi spazi di connessione forme semplici ed evocative e volumi sospesi arricchiscono la percezione dello spazio, giocando con la luce o con la dilatazione e compressione delle altezze.

Anche nella camera da letto padronale volumi semplici si appoggiano l'uno sull'altro organizzando in altezza lo spazio, mentre una parete armadiata nasconde una scala che dà accesso al soppalco, il quale ospita una cabina armadio e un piccolo spazio di lavoro; in aggiunta, una porta scorrevole divide la zona di ingresso che così diventa una seconda cabina armadio con accesso diretto al bagno privato.

Nel bagno della camera padronale la doccia è un monolite scavato di terrazzo ed ospita una seduta; l'ingresso e il bagno degli ospiti sono invece caratterizzati da un pavimento e da rivestimenti in marmo verde Guatemala che dialogano con il legno del pavimento e del mobile bagno.

La casa recupera così la sua originaria eleganza, con un tocco unico e contemporaneo.

Images Courtesy of Studio Wok.

Questo articolo parla di:

Precedente

Human Proportions, l’installazione di Massimo Iosa Ghini alla Bologna Design Week

Successivo

Spica, il nuovo ristorante di Vudafieri-Saverino Partners a Milano

Gio Ponti, la grande mostra al MAXXI di Roma
Architettura

Gio Ponti, la grande mostra al MAXXI di Roma

Architetto, designer, art director, scrittore, poeta, critico e artista: nel corso della sua vita, iniziata e conclusa a...

Martini, il mobile veronese verso il 2020
Design

Martini, il mobile veronese verso il 2020

Per chi fa impresa i cambiamenti della società e del mercato generano ogni giorno nuove sfide: quando queste interessano il...

 Sponge, i vasi da fiori in marmo di Moreno Ratti
Design

Sponge, i vasi da fiori in marmo di Moreno Ratti

Sponge, “spugna”, è il nome della collezione di vasi da fiori progettati dall’architetto e designer italiano Moreno...