Architettura

Terrazza Aperol, l’aperitivo italiano in grande stile a Venezia

Settembre 7, 2021

scritto da:

Terrazza Aperol, l’aperitivo italiano in grande stile a Venezia

 

A Venezia c’è un nuovo indirizzo da non perdere: ha infatti aperto ufficialmente i battenti Terrazza Aperol, nuovo locale dello storico brand Aperol di Campari Group sviluppato su oltre 200 mq – di cui 90 mq in esterno – situato in Campo Santo Stefano, a pochi passi dal Ponte dell’Accademia.

Il progetto di interior è stato affidato a VudafieriSaverino Partners che ha disegnato un luogo che si fa portavoce dei valori veneziani e dei codici distintivi del marchio, rivisitando il tradizionale bacaro – la tipica osteria veneziana – e proponendo un locale di impronta cosmopolita, in un continuum fluido fra ambientazioni dal differente carattere, tra interni ed esterni.

Troviamo così specchi veneziani che divengono monitor digitali per condividere foto con gli altri locali Aperol nel mondo; stucchi fatti a mano e pavimenti in legno recuperato dalle “bricole” veneziane (pali di quercia che segnalano i canali navigabili in laguna) con fughe arancioni; un bancone, ispirato ai bar della metà del XX secolo, rivestito con pannelli di policarbonato riciclato stampati in 3d; panche, le cui forme classiche si combinano con tessuti dai toni neutri e dallo stile contemporaneo.

In omaggio al colore iconico del marchio, sono poi molteplici i dettagli arancioni che caratterizzano l’atmosfera estetica del locale: dai bordi delle sedute al bagno total orange, dalle mensole agli specchi. Un vero e proprio “fil orange” unisce i diversi ambienti, conferendo al locale un tocco distintivo.

Terrazza Aperol è uno spazio fluido, interattivo, dinamico, al cui interno coesistono due diverse aree, comunicanti tra loro, ma accessibili da ingressi separati: il Bacaro, ispirato alla tradizione, dove provare l’autentico aperitivo veneziano; il Bar, destinazione ideale in qualsiasi momento della giornata, dal caffè al dopocena, grazie alla sua ampia offerta food & beverage.

Entrambi gli ambienti si trovano in dialogo con la grande terrazza esterna di 90 mq che si affaccia su Campo Santo Stefano. Qui le diverse tipologie di spazi riflettono due diversi modi di stare insieme: dall’informale Bacaro esterno alla più confortevole area bar con servizio al tavolo.

IL BACARO APEROL

Spazio intimo, ma dinamico e conviviale, è caratterizzato da un soffitto storico in legno alla Sansovina, tipico di Venezia. L’atmosfera richiama quella delle tipiche osterie locali e per questo spazio Vudafieri-Saverino Partners ha progettato ad hoc una particolare seduta: una lunga micro panca appoggiata a muro con piccoli tavoli pieghevoli integrati che contribuiscono a creare una fruizione informale e vivace. Elemento distintivo sono i Digital Mirrors: specchi digitali, la cui forma sagomata rievoca quelli della tradizione veneziana, connessi in tempo reale con gli altri locali Aperol del mondo.

© Santi Caleca

L’AREA BAR

Protagonista dello spazio è il grande bancone che si distingue per i pannelli di policarbonato riciclato stampati in 3d, retroilluminati nel caratteristico colore arancione e per il ripiano in corian bianco caldo. La forma del bancone e i frontali cannettati rimandano alla tradizione italiana del XX secolo, anche questa volta riletta in chiave contemporanea grazie all’utilizzo di materiali riciclati e alla stampa in 3d. Sulla parete alle spalle del bancone troneggia a tutto altezza il display delle bottiglie con il suo fondo a specchio antico, i ripiani con bordi arancioni, le nicchie per ospitare le Magnum e i dinamici accenti di luce.

A illuminare lo spazio un soffitto percorso da strisce led che citano, attraverso un gioco di luci, il ritmo delle travi del vicino soffitto storico alla Sansovina e gli scenografici lampadari a sospensione su disegno, realizzati in vetro lavorato di Murano.

Il bar ospita al suo interno diverse tipologie di tavoli e sedute, da sgabelli e panche dal carattere casual a tavoli e sedie tipo bistrot per un’esperienza food & drink più rilassata. Le sedute sono in parte disegnate ad hoc e in parte di serie, ma con finiture e tessuti speciali Terrazza Aperol. Il colore Aperol caratterizza anche altri elementi di arredo: dai profili dei ripiani in vetro ai corpi illuminanti, fino ai bubble mirrors, bolle specchiate che rievocano l’essenza frizzante dei cocktail.

Fluidamente connesso con l’interno attraverso ampie vetrate, lo spazio esterno presenta due aree distinte che rappresentano due diversi modi di vivere il mondo Aperol. Il dehors del Bacaro si caratterizza per tavoli alti, ideali per un aperitivo in piedi, e una versatile zona lounge per una serata in compagnia en plein air con sedute custom made.

L’area esterna del Bar presenta invece tavoli da bistrot tradizionali e classiche poltroncine da regista: uno spazio elegante e confortevole per gustare il menù food & beverage proposto al tavolo.

© Santi Caleca

LUCI E MATERIALI

Il pavimento è in legno di rovere di recupero, proveniente dalle “Bricole”. Lo stucco veneziano grigio – che ricorda i colori e le atmosfere dell’acqua della Laguna – è arricchito da tessere di mosaico di vetro di Murano arancione per esaltare il DNA del marchio.

Il tradizionale soffitto a travi con giunti decorati – detto alla Sansovina – è stato restaurato e illuminato, mentre nella sala principale un sistema di illuminazione led ne rievoca la forma in senso contemporaneo; gli specchi sagomati richiamano quelli degli storici caffè veneziani.

Un mix di luce soffusa e coni focalizzati di luce diretta caratterizzano l’ambiente: tavoli, merchandising e banconi sono enfatizzati dai faretti a soffitto e dalle linee led integrate e il risultato è un’atmosfera calda e accogliente, con gli iconici lampadari in vetro di Murano che contribuiscono a creare una scenografia unica.

Infine, nel rispetto del peculiare tessuto urbano che lo circonda, il locale Terrazza Aperol è stato progettato sposando un concept volto all’utilizzo di materiali di recupero, contribuendo a generare un impatto positivo sull’ambiente.