Design

Abimis, la cucina Ego è il cuore pulsante di un loft a Firenze

Maggio 7, 2020
Avatar

scritto da:

Abimis, la cucina Ego è il cuore pulsante di un loft a Firenze

 

A Firenze, un loft dallo stile unico nasce dalla riconversione di una ex fabbrica multipiano degli anni ’50, situata nell’Oltrarno, quartiere artigianale e artistico tornato alla ribalta da pochi anni.

Qui, tra atmosfere industrial e design contemporaneo, si sviluppa infatti un’abitazione open space, fondata su un intervento attento all’aspetto filologico dell’architettura e su una sorta di esposizione autobiografica fatta di arredi, complementi, riferimenti iconografici e pezzi unici appartenenti ai proprietari.

© Matteo Cirenei

La riconversione dell’edificio, sviluppato su tre livelli, ha dato inoltre vita ad ambienti privi di confini, per rendere fluido e armonioso il passaggio da una zona all’altra, e dalla forte personalità, definiti da un affascinante e ricercato impatto estetico e una piena funzionalità in chiave contemporanea.

Il connubio stilistico tra esterni e interni ha portato, così, alla definizione di tutti i dettagli architettonici e funzionali per far dialogare la struttura, in cemento armato a vista, con una scenografia neutra: archi e facciate con mattoni a vista, porte e un solaio in cristallo, lucernari, pareti laccate bianche, rivestimenti dai colori tenui fanno da cornice all’arredamento, dove colori, luci e accostamenti non sono mai lasciati al caso.

Il piano terra, l’ambiente più grande dell’edificio, si sviluppa in particolare attorno a uno scenografico elemento centrale: la cucina Ego di Abimis, un’elegante isola in acciaio costruita su misura per rispondere alle esigenze e ai desideri dei proprietari.

© Matteo Cirenei

Ego è il cuore pulsante del loft, il punto di partenza che ha poi definito lo spazio circostante: l’acciaio della cucina è brillante e “luminoso” grazie alla finitura lucida a specchio, che crea una speciale dissonanza con mobili in caldo legno, sculture in marmo, cristalli, pezzi iconici moderni, luci vintage, creando quel tanto ambito contrasto estetico, sorprendente e affascinante.

In questo progetto, infatti, la cucina a isola rappresenta non solo la sua funzione primaria, ma una vera e propria soluzione d’arredo che aiuta a suddividere gli spazi, permettendo allo stesso tempo di creare continuità tra gli ambienti living e dining senza interrompere i momenti di condivisione.

La cucina è dotata dell’esclusivo zoccolo rientrato della linea Ego, plus che consente una maggiore agilità ai movimenti, mentre le colonne di stoccaggio Abimis, realizzate in finitura orbitata, rendono la cucina ancora più completa e funzionale.

© Matteo Cirenei

Le distintive ante raggiate a filo battente e perfettamente integrate nella struttura di Ego, sono abbinate ad ampie maniglie ergonomiche proposte in una raffinata finitura ottone; il piano di lavoro in acciaio Inox, che ospita anche la zona cottura e lavaggio, è privo di fughe per assicurare la massima igiene e una grande praticità.

Ego, infine, è interamente prodotta con acciaio AISI 304 ed è una cucina sartoriale, che coniuga le più elevate prestazioni della ristorazione professionale con le forme più eleganti e pulite delle cucine domestiche.