Design

Bitossi, le ceramiche di Nathalie Du Pasquier

Maggio 15, 2018
Avatar

scritto da:

Bitossi, le ceramiche di Nathalie Du Pasquier

Dopo l’importante operazione di rebranding di catalogo e immagine visiva che ha visto consolidarsi la direzione artistica di Christoph Radl, Bitossi si è presentato in grande stile alla Milano Design Week di quest’anno proponendo una nuova collezione di sette totem pensati dalla designer e artista Nathalie Du Pasquier

La collezione si caratterizza per la comparsa di forme astratte, presentate allineate, alter ego fisico dei disegni e dei quadri di forme astratte che caratterizzano il lavoro dell’artista: nata da una corsa contro il tempo (progettuale e produttiva) la collezione di ceramiche si è poi trasformata in una produzione industriale, a stampo artigianale, perfettamente in linea con il lavoro che da più di un secolo Bitossi porta avanti nel campo.

Peraltro, queste sette ceramiche sono state progettate e fabbricate tra il maggio e il luglio del 2017 per la mostra “Other Rooms” che il Camden Arts Center di Londra ha dedicato al lavoro di Nathalie du Pasquier nel settembre del 2017.

La mostra, inizialmente pensata per essere composta da opere su carta, si è poi aperta alla tridimensionalità seguendo le suggestion della curatrice Jenni Lomax e, dopo tanti anni lontana dalla ceramica, Nathalie du Pasquier ha affrontato il progetto partendo dalle serie di costruzioni in legno che caratterizzano la sua produzione scultorea.

Le forme geometriche delle sue costruzioni sono così diventate nella produzione ceramica tornite e composte da elementi di diversi colori, allontanandosi dal monocromatismo tipico delle sue costruzioni lignee.