Bontempi Casa Letti Design presenta la collezione Ambra Bontempi Casa Letti Design presenta la collezione Ambra
Design

Bontempi Casa Letti Design presenta la collezione Ambra

Scritto da Redazione |

23 Ottobre 2018

Eleganza e qualità Made in Italy, firmate Bontempi Casa Letti Design (marchio recentemente acquisito da Noctis): sono queste le caratteristiche della nuova collezione Ambra, che si contraddistingue per le originali testate, i cui cuscini – grazie ad un semplice movimento – si possono regolare garantendo una comodità assoluta adattabile alle proprie necessità.

La collezione Ambra si articola in tre differenti versioni: 0.50 con cuscini della testata a trama liscia, 0,60 con cuscini trapuntati con una semplice decorazione e, infine, 0.70 con cuscini arricchiti da impunture sartoriali che sviluppano eleganti motivi geometrici; per assecondare qualsiasi gusto ed esigenza, il rivestimento è inoltre realizzabile sia in tinta unita sia bicolor con i cuscini in contrasto per un risultato più estroso e originale.

Oltre alla testata, un ulteriore tratto distintivo della collezione è rappresentato dai piedi extra disponibili: in legno altezza 15 cm nelle finiture grigio, natural, bianco e wengè, a tubo piegato altezza 11 cm in finitura cromo, bianco, grigio, nero e in tutte le colorazioni Pantone® e nell’esclusiva proposta in plexiglass altezza 11 cm.

Per una perfetta personalizzazione del prodotto, i letti appartenenti alla collezione Ambra sono disponibili in 8 larghezze - King (193), 180, 160, Queen (153), 140, 120, Twin (100) e 90 cm, in versione fisso oppure con contenitore Folding Box: sistema ideato e brevettato da Noctis, che consiste in un pannello di fondo, posto all’interno del box salvaspazio, ripiegabile senza alcun sforzo che rende estremamente facile l’accesso al pavimento sotto il letto, per pulirlo comodamente, senza dover spostare o sollevare la struttura.

Infine, il sistema Folding Box prevede anche una versione Automatic, grazie alla quale aprire il box salvaspazio con le mani impegnate non è più un problema: basta un lieve movimento del piede al centro della pediera per azionare un sensore in grado di aprire il vano contenitore in modo totalmente automatico, mentre per richiuderlo è sufficiente sfiorare nuovamente il sensore evitando così chiusure automatiche accidentali.

Questo articolo parla di:

Precedente

Cucina o soggiorno? Rastelli presenta R1

Successivo

Mickey Forever Young, Bosa e Elena Salmistraro festeggiano Topolino

WallPepper e PEIA Associati, il progetto per le Nazioni Unite
Design

WallPepper e PEIA Associati, il progetto per le Nazioni Unite

Lo studio di architettura PEIA Associati ha di recente completato il restyling della prestigiosa Sala XIX delle Nazioni Unite a...

CURA,  le unità di terapia intensiva di Carlo Ratti e Italo Rota contro il Coronavirus
Architettura

CURA, le unità di terapia intensiva di Carlo Ratti e Italo Rota contro il Coronavirus

In risposta all’attuale pandemia di coronavirus, gli architetti italiani Carlo Ratti e Italo Rota hanno progettato CURA...

Progetto Change, la svolta green di Terratinta Group
Design

Progetto Change, la svolta green di Terratinta Group

Terratinta Group è un’azienda leader sul mercato Nord Europeo nel settore delle piastrelle in grés porcellanato ed...