Design

Campus Bocconi, SANAA sceglie i pavimenti in legno targati Maison de Parquet

Ottobre 22, 2020
Avatar

scritto da:

Campus Bocconi, SANAA sceglie i pavimenti in legno targati Maison de Parquet

 

Nata nel 1990 per diventare un punto di riferimento nel settore dei pavimenti in legno, con i suoi due poli produttivi dislocati in Polonia e in Italia nello stabilimento di Sasso Marconi, Maison de Parquet ha recentemente collaborato alla costruzione del nuovo Campus Bocconi di Milano, inaugurato lo scorso novembre.

L’intervento, realizzato in stretta collaborazione con l’architetto Kazuyo Sejima dello studio di architettura SANAA di Tokyo, incaricato del progetto, ha comportato la fornitura complessiva di 24.000 m2 di pavimento in legno di rovere in scelta rustica, con larghezza fissa di 120 mm, lunghezza variabile 800 mm – 1000 mm – 1200 mm e spessore totale della plancia di 15 mm con 6 mm di legno nobile.

Le esigenze della committenza richiedevano un pavimento in legno dall’aspetto naturale, idoneo per l’alto traffico, in classe Cfl-s1, 0 VOC e ad alta resistenza alla scivolosità: tutte caratteristiche presenti nel prodotto fornito da Maison de Parquet, che si è dimostrata in grado di proporre le soluzioni più adeguate ad un progetto di questo tipo.

La finitura, per esempio, doveva tenere conto del colore contenuto all’interno dei vetri (verde) le quali, riflettendo la luce del sole, cambiavano la tonalità del pavimento; il pavimento doveva inoltre avere un aspetto grezzo, quasi non trattato e la texture del legno doveva presentare una leggera spazzolatura.

Per ottenere questo grado di finitura naturale, il team di ricerca e sviluppo di Maison de Parquet ha scelto di intervenire sulla pigmentazione della prima mano di fondo di vernice e ha fatto realizzare dal proprio partner di vernici (Chimiver S.p.a) un apposito prodotto che lasciasse inalterata il colore del rovere; dopo svariati collaudi è stato ottenuto il certificato dal Catas attestante che tale ciclo di verniciatura era riuscito ad ottenere ottimi risultati sul test della resistenza all’alto traffico e sulla scivolosità.

Un risultato raggiunto con una speciale vernice all’acqua uv che non conteneva nessun tipo di solvente al suo interno e che ha comportato quattro applicazioni di vernice composte da 120 gr/m2 per applicazione, per un totale di 480 gr/m2.

Tuttavia, nonostante la generosa quantità di vernice presente sul pavimento in legno, la speciale formulazione del prodotto verniciante ha lasciato inalterato l’aspetto estetico del pavimento in legno, e con l’inserimento di particolari coloranti ha neutralizzato il color verde che veniva riflesso dalle finestre che circondavano la struttura.

Inoltre, il certificato Cfl-S1 è stato raggiunto proponendo alla committenza un parquet con 6 mm di legno nobile, quindi già automaticamente certificato per la reazione al fuoco; per garantire l’adesione della vernice tra i vari strati è stato eseguito su pezzi prelevati a campione il test della quadrettatura, mantenendo sempre un risultato di 0 e ottenendo un’applicazione perfetta, senza distaccamenti tra i vari strati di vernice.

Il risultato è un pavimento durevole, resistente ed esteticamente accattivante, capace di rispondere in modo originale alle richieste del Campus Bocconi e dell’architettura contemporanea in generale, testimoniando piena sintonia con la mission e il programma di valori che Maison de Parquet porta avanti da ormai trent’anni.