CEDIT, la ceramica porta i segni del metallo CEDIT, la ceramica porta i segni del metallo
Design

CEDIT, la ceramica porta i segni del metallo

Scritto da Redazione |

13 Settembre 2018

Si chiama Metamorfosi ed è la nuova collezione ceramica firmata da Marco Casamonti per CEDIT: una sfida che nasce con l’intento di fissare i processi ossidativi dei metalli in tutto il loro fascino, esaltando sulle superfici la progressione delle alterazioni naturali messe in atto dal tempo. 

I variabili cromatismi e riflessi dei metalli risultano così fissati su grandi lastre di ceramica dove il piano di superficie, resistente e indeformabile, mira a bloccare il processo di ossidazione: il tempo e la sua azione metamorfica diventano così assoluti protagonisti. 

Grazie alle più evolute tecnologie di produzione e alla conoscenza dei materiali, Casamonti riesce così a reinterpretare ottone, ferro brunito e acciaio satinato; l’impiego di grandi formati e la libertà di espressione, tanto sul piano orizzontale quanto su quello verticale, portano alla definizione di soluzioni molto innovative in cui i metalli rivivono attraverso il materiale ceramico, decidendone di volta in volta il grado di imbrunimento, la quantità e la disposizione delle tracce di ruggine, di aloni e abrasioni. 

Per un effetto mutevole e autentico segnato dalla patina del tempo.

Questo articolo parla di:

Precedente

Matteo Nunziati, il design italiano alla conquista del mondo

Successivo

ARAN Cucine arreda appartamenti di lusso in Turchia

La Metropolitana di Napoli diventa un museo
Architettura

La Metropolitana di Napoli diventa un museo

Arte d’avanguardia, architettura ipnotica, viabilità urbana: mondi diversi che si uniscono nella celebre Metropolitana...

Manital sbarca in Cina
Design

Manital sbarca in Cina

Manital, azienda italiana con forte vocazione internazionale che da 28 anni realizza maniglie di design, porta l'eccellenza...

Lo Tsinghua Art Museum di Mario Botta a Pechino
Architettura

Lo Tsinghua Art Museum di Mario Botta a Pechino

L’edificio del TAM (Tsinghua Art Museum), disegnato da Mario Botta Architetti sulla base di un progetto di concorso del...