Giulio Iacchetti ridisegna il mandolino Giulio Iacchetti ridisegna il mandolino
Design

Giulio Iacchetti ridisegna il mandolino

Scritto da Redazione |

22 Gennaio 2019

Mandolino reloaded. Musica e design possono incontrarsi quanto il famoso designer Giulio Iacchetti ridisegna un antico strumento che è il simbolo dell’eredità folclorica italiana, prendendo ispirazione, sorprendentemente, dalla largamente dimenticata tradizione del mandolino lombardo

Giulio Iacchetti, del resto, suona il mandolino da quando era un ragazzino e ha voluto creare un modello che fosse più contemporaneo: ha così collaborato con il maestro liutaio Tiziano Rizzi per uscire dalla tipica idea del folklore napoletano e recuperare lo sconosciuto uso lombardo. 

Perciò, i volumi sono stati ridisegnati e tutta la decorazione ridondante è stata eliminata; Iacchetti ha anche creato un paletta (cioè la parte finale al termine della tastiera dotata di piroli) sottile e più affusolata, larga quanto il capotasto. 

Ora non resta che suonare.

Questo articolo parla di:

Precedente

Trocadéro, tutto il fascino di Parigi nell’outdoor Talenti

Successivo

Rubinetterie Treemme, la novità Hask in scena a ISH di Francoforte

Gio Ponti, la grande mostra al MAXXI di Roma
Architettura

Gio Ponti, la grande mostra al MAXXI di Roma

Architetto, designer, art director, scrittore, poeta, critico e artista: nel corso della sua vita, iniziata e conclusa a...

Martini, il mobile veronese verso il 2020
Design

Martini, il mobile veronese verso il 2020

Per chi fa impresa i cambiamenti della società e del mercato generano ogni giorno nuove sfide: quando queste interessano il...

 Sponge, i vasi da fiori in marmo di Moreno Ratti
Design

Sponge, i vasi da fiori in marmo di Moreno Ratti

Sponge, “spugna”, è il nome della collezione di vasi da fiori progettati dall’architetto e designer italiano Moreno...