I cuscini in plexiglass patchwork di Colin Roberts I cuscini in plexiglass patchwork di Colin Roberts
Design

I cuscini in plexiglass patchwork di Colin Roberts

Scritto da Redazione |

18 Dicembre 2018

Morbidezza psichedelica. È una strana sensazione quella evocata dagli originali cuscini in perspex (o plexiglass) progettati da Colin Roberts, artista con base a Los Angeles le cui opere sono state recentemente esposte presso il LAVA Projects della città all’interno della mostra collettiva Divided Brain.

Ispirati alle forme morbide di un oggetto legato alla sfera del riposo e dell’intimità, i cuscini costituiscono in realtà soltanto un gioco illusorio, perché la loro composizione è rigida: si configurano così come vere e proprie sculture patchwork multicolore, addirittura simili alle palle specchiate tipiche delle discoteche.

Un mix inedito di suggestioni per oggetti in bilico tra pezzo design e opera d’arte.

Questo articolo parla di:

Precedente

Metallo e gusto pop, nasce il nuovo brand Formae

Successivo

Ritagli di pelle o souvenir? Così NABA supporta le comunità della Tanzania

Materia, i contenitori LAGO puntano sulle texture
Design

Materia, i contenitori LAGO puntano sulle texture

Materia, un nome che chiarisce fin da subito la vocazione di un oggetto in cui ad essere i protagonisti assoluti sono i materiali e...

G House, l’eterea linearità di una casa tra i monti
Architettura

G House, l’eterea linearità di una casa tra i monti

Pulita, semplice e rilassante. Con questi tre aggettivi l’architetto italiano Alfredo Vanotti descrive il suo progetto G...

alumina, l’alluminio al centro della capsule DVNE Milano
Design

alumina, l’alluminio al centro della capsule DVNE Milano

L’alluminio come materia prima su cui costruire l’essenza di una collezione per la tavola eclettica e sofisticata. È la...