Il concorso Scrigno&Me premia l’eccellenza in architettura Il concorso Scrigno&Me premia l’eccellenza in architettura
Design

Il concorso Scrigno&Me premia l’eccellenza in architettura

Scritto da Redazione |

15 Luglio 2019

Un premio dedicato all’eccellenza progettuale, sviluppata a partire dalle soluzioni Scrigno.

Poche settimane fa, presso lo ScrignoLab, l’azienda leader nella produzione di controtelai esclusivi per porte e finestre scorrevoli a scomparsa ha premiato i vincitori del concorso Scrigno&Me, nato con l’obiettivo di valorizzare le migliori realizzazioni dove sono state inserite le proposte Scrigno.

La campagna ha coinvolto circa un centinaio tra architetti, geometri, progettisti e interior designer in tutta Europa, che hanno presentato uno o più casi applicativi in cui i sistemi dell’azienda si sono rivelati ideali per definire ambienti esclusivi, rispondendo al contempo a specifiche esigenze funzionali.

Ai vincitori, scelti dalla Commissione Giudicatrice composta da Maddalena Marchesini, CEO del Gruppo Scrigno, Francesco Bigoni, CMO, Roberto Picci, Presidente Ordine Architetti di Rimini e Nicola Leonardi, Direttore della rivista di architettura The Plan, sulla base dell’attinenza e originalità del progetto, è stato assegnato un premio di 5.000 € per il primo classificato, 3.000 € per il secondo e 2.000 € per il terzo.

Siamo molto soddisfatti di questa prima edizione del contest Scrigno&Me e ringraziamo tutti i partecipanti che hanno contribuito alla sua riuscita, proponendo una varietà di idee creative ed originali in cui la qualità e il design, declinato in tutte le sue forme, sono elemento principe, sposando dunque appieno la filosofia di Scrigno” dichiara Francesco Bigoni, CMO del Gruppo Scrigno, e continua “L’iniziativa è stata un’occasione per consolidare il rapporto con i professionisti e contribuire a promuoverne ulteriormente la visibilità, per ricambiare la fedeltà da sempre dimostrata nei confronti dell’Azienda e delle nostre soluzioni.

Il primo premio è stato assegnato all’arch. Giulio Conti dello Studio Associato Conti & Claus che opera sul territorio nazionale e estero, partecipando a concorsi di idee e progettazione rivolti a edifici pubblici e residenziali.

Ringrazio Scrigno per questo primo premio, motivo di orgoglio per il nostro studio, che da sempre si impegna a combinare la razionalità funzionale degli ambienti con un’architettura attenta alla percezione sensoriale” commenta l’arch. Conti, e continua “Le soluzioni Scrigno si inseriscono perfettamente nei nostri concept progettuali, in cui l’attenzione al dettaglio, l’espressività della costruzione e le relazioni tra uomo e spazio sono elementi imprescindibili. Concetti che trovano espressione anche in LOFT CB a Massa Marittima, selezionato dalla Giuria, in cui abbiamo convertito un’antica stalla in stato d’abbandono in abitazione privata e dove le soluzioni di Scrigno contribuiscono a infondere un senso di contemporaneità, in ricercato contrasto con l’eredità storica della struttura.

Secondi classificati gli architetti Nicola Colucci e Romina Succi, dello studio di architettura Archipiù, insignito quest’anno anche del prestigioso premio Compasso d’Oro: con sede a Rimini e Matera, Archipiù nasce nel 2000 e si occupa di progettazione architettonica, design industriale, interior design e fotografia di architettura.

L’arch. Nicola Colucci dichiara: “Siamo lieti di aver partecipato al concorso Scrigno&Me, ulteriore riprova dell’impegno dell’Azienda nel supportare gli architetti, non solo con la propria offerta versatile e di elevata qualità ma anche con iniziative volte a promuovere l’eccellenza delle realizzazioni in cui trovano spazio le sue gamme. Nella ristrutturazione di un Attico a Rimini, abbiamo scelto i sistemi e gli accessori Scrigno per regalare una nuova identità e una maggiore personalità agli ambienti: una conferma di come le soluzioni Scrigno si qualifichino come veri e propri elementi d’arredo, che concorrono alla definizione dello stile di un’abitazione.”

Infine, vince il terzo premio l’arch. Nicola Auciello, fondatore di na3 Architetti, studio nato nel 2003 il cui ambito d’intervento spazia dalla ricerca alla progettazione nell'architettura pubblica, residenziale e degli interni, nel design industriale ed exhibit design.

Questo premio è un’ulteriore testimonianza del rapporto di collaborazione di lunga data costruito con Scrigno, in cui ritroviamo sempre un partner altamente affidabile per ogni istanza progettuale” afferma l’arch. Auciello. “Ottima manifattura, cura dei dettagli e durabilità sono i punti di forza delle soluzioni Scrigno e i criteri fondamentali alla base di ogni nostra scelta nella creazione di spazi esclusivi, tra cui spicca Podere in Etruria. Qui i sistemi Scrigno, interpreti per antonomasia dell’idea di passaggio e attraversamento, diventano protagonisti, insieme ai colori che li circondano, del fluire degli ambienti.”

Si fa ancora più solida, dunque, la relazione tra Scrigno e gli architetti, nel segno della qualità e dell’assoluta cura del dettaglio che caratterizza i progetti migliori.

Questo articolo parla di:

Precedente

Spritz e Step, Nardi arreda lo spazio dell’estate

Successivo

Il terzo showroom di Rimadesio in Cina

SIA Hospitality Design 2019, Matrix4Design incontra Megius
Design

SIA Hospitality Design 2019, Matrix4Design incontra Megius

La vocazione alla qualità del prodotto e al benessere della persona è da sempre il tratto distintivo di Megius, marchio di...

ADI Index 2019, l’architettura in un cioccolatino
Architettura

ADI Index 2019, l’architettura in un cioccolatino

L’architettura in un cioccolatino. Sorprende e incuriosisce la scelta dell’ADI Design Index 2019 di selezionare come...

Abimis, la cucina custom-made per Peter Zec a Essen
Design

Abimis, la cucina custom-made per Peter Zec a Essen

Siamo a Essen, in Germania, una città dalla duplice anima: da un lato la grande storia dell’industria siderurgica locale...