Megius presenta le Minispa, il benessere dove vuoi tu Megius presenta le Minispa, il benessere dove vuoi tu
Design

Megius presenta le Minispa, il benessere dove vuoi tu

Scritto da Redazione |

03 Ottobre 2019

La spa su misura, dove vuoi e quando vuoi. La formula vincente di Megius nasce dalla consapevolezza che il benessere non deve essere un’esclusiva dei grandi centri wellness bensì un diritto di tutti: ecco perché l’azienda ha deciso di proporre quattro progetti di percorsi benessere che possono essere adattabili sia in ambienti domestici che in suite di hotel e bed&breakfast, seguendo delle linee guida dettate da spazio, investimento e manutenzione.

Si tratta di soluzioni che necessitano di minor spazio rispetto a percorsi wellness più strutturati con cabine mono funzione, che ormai ci siamo abituati a vedere nella maggior parte degli hotel o in case con metrature spaziose: ne consegue dunque un minor esborso economico, perché completamente prive di opere murarie o di bassa entità, con una manutenzione/operatore molto bassa in contrapposizione a centri wellness più strutturati.

1,2 mq – Idroterapia + bagno turco – Invisible

Con Invisible nasce un nuovo concetto di design attraverso l’uso del vetro, che da semplice elemento di decorazione sta sostituendo sempre più gli elementi strutturali degli ambienti, modificando così la percezione della visibilità ed eliminando qualsiasi ostacolo visivo.

Invisible è la cabina Hammam che, a seconda del vetro scelto, scompare all’interno della stanza: con la versione Idro è integrata la colonna con idrogetti verticali e la doccia a mano, mentre sul tetto compaiono il soffione, i nebulizzatori e la cascata cervicale; se invece prendiamo la versione Tech, tutto cambia e l’ambiente circostante si colora attraverso gli effetti dei led utilizzati per la cromoterapia.

Last but not least, Invisible offre anche delle emozioni olfattive attraverso l’aromaterapia presente nella seduta sottostante, per godersi al meglio il bagno turco.

2,5 mq - Sauna

La parola sauna è un'antica parola finlandese che poteva essere originariamente legata al significato di dimora invernale. Partendo da questo assunto, in Nirvana Sauna possiamo vedere l’esaltazione della migliore progettualità di questa categoria di prodotto data dai rivestimenti interni in hemlock o in abete classico, verniciato nero o bianco nella parete di fondo con una trama a doga strette mentre tutte le altre pareti sono impiallacciate, creando così una nuova tendenza di stile.

Nirvana sauna si rivela essere un oggetto bello da esibire e funzionale per il proprio benessere in ambito domestico; nell’hotel, piccolo o grande che sia, arricchisce le suite private più lussuose oppure concede attimi di benessere nelle oasi aperte agli ospiti nell’area spa, con basso impatto gestionale e di manutenzione.

5 mq- sauna + doccia

Prima o dopo la sauna, il corpo desidera una doccia. Il box doccia con sauna Nirvana combi 2 tiene presente questo fattore fisiologico, riproducendo così un polo wellness di sicuro impatto visivo, sia per l’imponenza della soluzione che per l’equilibrio e l’armonia di finiture e materiali tra la parte sauna e la parte doccia.

Per accedere alla sauna, si entra in questo ambiente calpestando il piatto filodoccia e all’interno della sauna stessa si trova la stufa (il kiuas), dove sono poste le pietre calde (kivet); sopra queste pietre si versa l’acqua contenuta all’interno del secchio in legno (ämpäri) con il mestolo (kaula). In questo modo la temperatura si alza fino ad arrivare tra i 90-100° ed il livello di umidità è veramente basso per far sì che il sudore evapori e che la pelle non si riscaldi troppo.

Una volta finita la sauna, si esce calpestando il piatto filodoccia e si entra nella doccia, per ristabilire il giusto livello di benessere attraverso l’acqua che esce dal soffione principale o dalla doccia a mano.

Le due finiture della struttura esterna sono in alluminio e vetro, bianco o nero, vetri trasparenti, colonna e cerniere a filo vetro interno cromate; inoltre, le porte della cabina doccia e della sauna si aprono creando un percorso di passaggio chiuso e confortevole.

6 mq – sauna + idroterapia + bagno turco

Quando gli spazi iniziano ad essere generosi, all’interno delle zone dedicate al wellness o all’interno di un’abitazione privata, la declinazione del progetto Nirvana Combi 1 ci fa ammirare l’elogio della combinazione calore e acqua, racchiusi all’interno di una sorta di ying yang del benessere, del vetro, del legno e del design in generale: da una parte la sauna finlandese a secco, con interni in legno abete impiallacciato e verniciato, dall’altra hammam, con parete in vetro retroverniciate,

Del resto, il panorama del Bagno Turco oggi è cambiato, diffondendosi in molti paesi del mondo: il bagno di vapore è diventato uno dei trattamenti di bellezza più diffusi e desiderati e in varie città sono nati luoghi eleganti dai colori tenui e dalle luci soffuse perfetti per rilassarsi circondati dai profumi degli aromi.

Con Nirvana Combi 1, quindi, due mondi diversi si uniscono per creare un solo polo di benessere e la Minispa si conferma l’idea perfetta per garantirsi ovunque la giusta dose di relax.

Questo articolo parla di:

Precedente

Le novità The.Artceram viste a Cersaie 2019

Successivo

Sophie, la cappa Falmec diventa una lampada

L’intelligenza degli oggetti: Marco Spatti si racconta
Design

L’intelligenza degli oggetti: Marco Spatti si racconta

Ha solo 33 anni, di cui dieci di esperienza e collaborazione con grandi brand italiani e internazionali e sei di lavoro nel suo...

Design e Pop Art, Adrenalina è protagonista all’Hotel nhow Milano
Design

Design e Pop Art, Adrenalina è protagonista all’Hotel nhow Milano

Ha inaugurato lo scorso 15 novembre a Milano presso l’Hotel nhow la mostra “OH MY POOP”, la collettiva di arte e design che...

Casa Nili, Zupelli trasforma una casa a Brescia
Architettura

Casa Nili, Zupelli trasforma una casa a Brescia

Immersa nel territorio bresciano, Casa Nili è il nome del progetto curato dallo studio Zupelli Design Architettura...