Design

Pianca entra in Green Pea e lancia la nuova Calatea Green

Dicembre 17, 2020
Avatar

scritto da:

Pianca entra in Green Pea e lancia la nuova Calatea Green

 

È stato inaugurato lo scorso 9 dicembre a Torino il nuovo flagship store di Pianca all’interno di Green Pea: l’azienda veneta specializzata nel complemento di arredo e nei sistemi per l’abitare aderisce così all’avveniristico progetto voluto da Oscar Farinetti per costruire un futuro sostenibile, creando il primo Green Retail Park al mondo.

Nei 150 metri quadri del nuovo showroom Pianca progettato da Calvi Brambilla si manifesta così il rapporto tra design, arredo e sostenibilità, anche grazie alle poetiche installazioni verdi di Green Wise e in sintonia con la lunga tradizione nell’arte della lavorazione del legno incarnata dall’azienda, da sempre attentissima al rispetto dell’ambiente.

© Andrea Martiradonna/Jasmina Martiradonna

Da anni infatti Pianca utilizza solo imballi ecologici conformi, realizzati al 90% con materiale riciclato e a loro volta completamente riciclabili, con un sistema di scansione elettronica degli oggetti per la massima riduzione degli imballaggi; inoltre, nel 2011 l’azienda si è dotata di un impianto fotovoltaico capace di assorbire per intero il fabbisogno energetico dell’azienda che, in aggiunta al riutilizzo degli scarti di lavorazione per produrre energia termica, ha permesso il raggiungimento di un importante traguardo: l’utilizzo di energia rinnovabile al 100%.

In occasione dell’ingresso in Green Pea l’azienda presenta poi Calatea Green, opera della designer Cristina Celestino e primo esempio di seduta di Pianca realizzata in economia circolare: una poltrona di matrice organica nata da una ricerca che coniuga botanica ed ergonomia.

Si tratta di una nuova versione della poltrona Calatea del 2017 che rappresenta la sintesi di una ricerca formale che indaga le proporzioni fuori scala di elementi primitivi e semplici come le foglie: in particolare, Cristina Celestino ha disegnato per il tessuto dello schienale una nuova grafica, scegliendo di rendere omaggio alla sua terra, il Friuli, e all’albero di Ontano, un’essenza arborea autoctona delle Alpi Giulie, le cui foglie si caratterizzano per la regolare texture delle venature; una trama ispirata anche al lavoro dell’artista Carla Accardi ed in particolare alle sue pennellate ritmiche, i segni.

Inoltre, per sottolinearne la natura artistica, il motivo decorativo è stato impresso su tela da Alberto Fiocco e, d’altro canto, ogni elemento della Calatea Green è stato ripensato per ridurre l’impronta ambientale della seduta.

L’imbottito è realizzato in eco-fibra di poliestere proveniente dal recupero delle bottiglie dell’acqua minerale in plastica PET: composto al 100% da Poliestere Vergine, è completamente riciclabile e compostabile, nel rispetto dei criteri dell’Economia Circolare.

La scocca è in legno multistrato, le gambe sono in legno massello di Frassino certificato FSC®, proveniente da boschi certificati a prelievo controllato contro la deforestazione.

I rivestimenti in tessuto utilizzano invece un filato di cotone prodotto con sistema Open End impiegando materiale 100% di riciclo garantito dalla certificazione GRS (Global Recycled Certified 4.0), e il decoro a mano è stato eseguito con colori a base d’acqua privi di sostanze tossiche.

© Andrea Martiradonna/Jasmina Martiradonna

Tornando allo showroom, il progetto di allestimento rende infine omaggio alla natura traducendo in estetica l’impegno sostenibile dell’azienda, rievocato dai toni neutri e i materiali naturali scelti.

Nello spazio sono in mostra tutti i grandi classici dell’azienda veneta: dal tavolo Maestro di Emilio Nanni, al divano All-in di CMP, dall’armadio Milano alla libreria Spazioteca, dalla poltrona Laurie al tavolino Baio di Calvi Brambilla, dal coffee table Abaco all’iconico letto Fushimi del designer Philippe Tabet, di cui alcune novità saranno presentate in anteprima assoluta.

Ulteriore elemento di valore per coniugare bellezza, poesia e natura, è l’intervento di Green Wise, studio di progettazione giapponese che in oltre 100 anni di attività si è affermato per l’utilizzo del verde innovativo, sostenibile e olistico.

© Andrea Martiradonna/Jasmina Martiradonna

Per il Flagship di Pianca a Green Pea, lo studio giapponese ha definito un allestimento costituito principalmente da composizioni Kukido: un nuovo approccio al design floreale con piante cresciute vicine allo stato selvatico ideato dal CEO di Green Wise, Yuichi Tamaru, per promuovere una produzione organica, locale e stagionale del verde.

Le composizioni di Green Wise guidano dunque il visitatore dall’ingresso fino all’interno dello spazio di Pianca e portano la natura tra gli arredi, eliminando i confini tra interno ed esterno, per trasmettere appieno la meraviglia e l’incanto del verde, in accordo con lo spirito dello spazio ospitante.