Thonet presenta la collezione 118 disegnata da Sebastian Herkner Thonet presenta la collezione 118 disegnata da Sebastian Herkner
Design

Thonet presenta la collezione 118 disegnata da Sebastian Herkner

Scritto da Redazione |

20 Febbraio 2018

Ripensare la tradizione, in chiave contemporanea. È la sfida vinta da Sebastian Herkner, che ha attinto alla storia di Thonet disegnando per il marchio tedesco la nuova collezione 118, presentata in anteprima a IMM Cologne 2018.

In particolare, il designer si è confrontato con le tematiche prevalenti nel periodo Bauhaus e con l’esposizione intitolata “La sedia” svoltasi a Francoforte nel 1929: all’epoca, infatti, si cercava una “nuova sedia” che fosse in linea con le abitudini di vita e il ritmo dell’uomo contemporaneo e alla mostra partecipò anche Thonet con numerosi modelli.

La “sedia di Francoforte” a lungo utilizzata come seduta universale era inoltre presente in numerose varianti fin dagli anni Trenta all’interno del portafoglio Thonet, distinguendosi per la struttura solida, formata semplicemente da quattro gambe, un sedile e uno schienale.

Prendendo le mosse da questa eredità e ispirandosi all’archetipico modello 214 di Thonet, Sebastian Herkner ha creato una seduta in legno rivestita in canna d’India intrecciata, con il telaio formato da un unico pezzo curvato, classica e versatile al tempo stesso, disponibile anche con la seduta sagomata.

Un’ulteriore particolarità è data dalle gambe: la parte posteriore arrotondata si congiunge a quella anteriore, diritta, attraverso due angoli leggermente smussati, riprendendo così la forma a ferro di cavallo della seduta; inoltre, l’inclinazione dello schienale è perfettamente coordinata al sedile per garantire il massimo comfort.

Il modello 118 è poi disponibile in faggio naturale e nelle versioni laccate e mordenzate, conservando il suo stile minimalista come garanzia di eleganza e riprendendo così il principio di massima riduzione del numero di elementi di una sedia, teorizzato dallo stesso Michael Thonet a metà del XIX secolo.

Questo articolo parla di:

Precedente

Novello, il bagno contemporaneo si fa in tre

Successivo

Milano Design Week 2018, Luceplan presenta la novità Lita

L’eccellenza del bagno Made in Italy: Marco Zaminato racconta AeT
Design

L’eccellenza del bagno Made in Italy: Marco Zaminato racconta AeT

Dinamica e originale, AeT è l’azienda fondata quasi vent’anni fa a Nove, in provincia di Vicenza, cresciuta fino a...

Fibercloud, la scultura luminosa di Giuseppe Tortato accende la piazza Adriano Olivetti
Architettura

Fibercloud, la scultura luminosa di Giuseppe Tortato accende la piazza Adriano Olivetti

Cogliendo l’opportunità offerta dalla nuova apertura del quartier generale di Fastweb a Milano, l’azienda ha scelto...

Salone del Mobile.Milano, che cosa vedremo nel 2020
Design

Salone del Mobile.Milano, che cosa vedremo nel 2020

Bellezza. È questa la parola chiave da cui partire per raccontare la 59esima edizione del Salone del Mobile.Milano, in...