Un fun club per Madre Natura Un fun club per Madre Natura
Design

Un fun club per Madre Natura

Scritto da Redazione |

21 Maggio 2019

Nell’epoca del cambiamento climatico Madre Natura ha bisogno di un fun club. Partendo da questa idea anticonvenzionale, lo studio di interior design e arte contemporanea Atelier Tobia Zambotti ha progettato il MNFC (Mother Nature Fun Club), un’installazione artistica ready made situata vicino Reykjavik, in Islanda, il cui obiettivo è quello di permettere alle persone di meditare sulle tematiche ambientali attraverso la contemplazione della natura.

I designer hanno voluto dare alla loro installazione un carattere giocoso utilizzando sedute di plastica dai colori brillanti tipicamente riservate agli stadi e agli eventi sportivi: di conseguenza, gli spettatori vengono messi di fronte alla vista della baia e del suo paesaggio e l’opera punta a indurre i visitatori a riflettere sul futuro del pianeta e a “tifare” per Madre Natura come se si trovassero in uno stadio vero.

Le file di poltroncine blu e rosse si adattano poi alla forma curva della baia e, secondo i designer, sono dedicate proprio a quelle persone che pensano che tramonti e arcobaleni siano uno spettacolo molto più eccitante di qualsiasi partita.

Immagini Atelier Tobia Zambotti.

Questo articolo parla di:

Precedente

Donna, la sedia di Baleri Italia tra indoor e outdoor

Successivo

Ragno presenta Maiora, lastre materiche per superfici ad alto impatto

Megius, l’eleganza discreta del nuovo Separè Lux
Design

Megius, l’eleganza discreta del nuovo Separè Lux

È pensata per portare un tocco di sofisticata eleganza tanto negli hotel più raffinati quanto nei contesti residenziali...

Superare il sisma, il nuovo Edificio Polifunzionale sul Gran Sasso
Architettura

Superare il sisma, il nuovo Edificio Polifunzionale sul Gran Sasso

Ricucire le ferite ancora aperte dopo il dramma del terremoto del Centro Italia nel 2016 attraverso una progettazione...

La lampada Clochef di Massimo Iosa Ghini per Leucos
Design

La lampada Clochef di Massimo Iosa Ghini per Leucos

Si chiama Clochef la lampada a sospensione disegnata da Massimo Iosa Ghini per Leucos che si è recentemente aggiudicata il Good...